Crea sito

Mezzelune al pomodoro con sorpresa di calamari speziati

Mezzelune al pomodoro con sorpresa  (5)

Cari lettori,

oggi vi consiglio un primo piatto dal gusto fresco e speziato, preparato con una sfoglia al pomodoro fatta in casa e un ripieno di calamari e patate: le mezzelune al pomodoro con sorpresa di calamari speziati. Con questo piatto ho partecipato alla Galleria del Sapore Cirio presso la Città del gusto, Gambero Rosso di Torino.

al gambero rosso torino

Durante la sfida, avevo a disposizione nella mistery box solo tre ingredienti: la Polpapiù Cirio, due calamari e, ironia della sorte, dello zafferano. Ho inventato questo primo piatto: dei ravioli  con impasto al pomodoro, serviti con un sugo ricco di polpa di pomodoro e calamari, con un ripieno cremoso di crema di calamaro, patata e zafferano.

Spero possa essere di vostro gradimento! Per informazioni sulla giornata al Gambero Rosso, leggi il mio articolo dedicato!

Mezzelune al pomodoro con sorpresa  (3)

INGREDIENTI PER 2 PERSONE

Per la pasta fresca:

1 uovo intero

100 g di farina 00

1 cucchiaio di doppio concentrato di pomodoro Cirio

Farina di semola per la lavorazione

Per il ripieno:

1 calamaro medio

1 patata media

10 g di grana grattugiato

½ bustina di zafferano

Sale

Pepe

Per la salsa:

400 g di Polpapiù Cirio

1 calamaro medio

1 spicchio d’aglio

Olio extra vergine di oliva q.b.

Sale

Peperoncino

 DSC_3133

PROCEDIMENTO

Preparare la pasta fresca mischiando uovo, farina e concentrato di pomodoro fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Avvolgerlo con della pellicola trasparente e lasciarlo riposare in frigo per almeno 30 minuti prima di stenderlo.

Preparare il ripieno delle mezzelune: pulire i calamari e tagliarli a rondelle; scottarne una metà in acqua bollente, lasciando cuocere solo per pochi minuti, perché rimangano teneri. Scolarli e tenerli da parte. Tagliare la patata a dadini, quindi lessarla e schiacciarla con uno schiacciapatate. Frullare i calamari scottati aggiungendo  poco olio (togliendo dalla quantità qualche anello di calamaro che servirà alla decorazione finale) e mischiarli alla purea di patata. Incorporare del grana e dello zafferano, salare e pepare a piacere. Se il ripieno risultasse eccessivamente liquido, è possibile aggiungere un cucchiaio di pangrattato.

In una padella ampia, scaldare dell’olio con uno spicchio d’aglio, quindi aggiungere una confezione di Polpapiù Cirio e infine la seconda metà dei calamari tagliati a rondelle. Salare e cuocere, con l’aggiunta di poca acqua bollente, per circa 15 -20 minuti a fuoco medio-basso. Completare con del peperoncino e un filo d’olio a crudo.

Tirare la pasta molto sottile e disporre il ripieno a mucchietti equidistanti con l’aiuto di due cucchiaini o con un sac à poche. Spennellare i bordi della pasta con poca acqua fredda e richiuderla su se stessa, eliminando l’aria in eccesso con i polpastrelli e coppando delle mezzelune.

DSC_3042

Cospargere la pasta di semola di grano duro e lasciarla asciugare su un vassoio per qualche tempo prima di cuocerla.

DSC_3043

Lessare le mezzelune in abbondante acqua salata, scolarle al dente e tuffarle nel sugo di pomodoro e calamari, lasciandole insaporire a fuoco basso.

Impiattare decorando con anelli di calamari appena scottati, lucidati con dell’olio e cosparsi con della polvere di zafferano a richiamare il ripieno speziato dei ravioli.

Mezzelune al pomodoro con sorpresa  (2)

Completare con del peperoncino o pepe e qualche fogliolina di timo fresco.

Mezzelune al pomodoro con sorpresa  (4)

Buone mezzelune al pomodoro con sorpresa di calamari speziati, un primo piatto particolare preparato con ingredienti di elevata qualità come i prodotti Cirio.

Mezzelune al pomodoro con sorpresa di calamari speziati  (1)

*gelso*

Potete seguirmi anche sulla pagina Facebook

Una blogger in cucina

e anche su Google+ e Twitter ;)

Grazie!

banner-home-galleria-sapore

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Altre ricette che possono interessare..

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *