Crea sito

Canederli allo speck

I canederli allo speck (knödel) sono una ricetta tipica tradizionale dell’Alto Adige. I canederli altro non sono che polpette a base di pane raffermo arricchite, in questo caso, da saporiti dadini di speck.

Knödel allo speck
Canederli allo speck

 Preparazione: 50 minuti    Cottura: 15 minuti

 Dose: 4 persone                    Difficoltà:

Ingredienti:

250gr pane raffermo

150gr speck

2 uova

250ml latte

1 cucchiaio di cipolla tritata

1 cucchiaio di burro

2 cucchiai di prezzemolo tritato

1 cucchiaio di erba cipollina tritata

farina

parmigiano reggiano grattugiato

brodo di carne

sale

pepe

Procedimento:

Tagliate il pane raffermo a dadini di circa 1/2 centimetro di lato e mettetelo in una terrina capiente, aggiungete le uova leggermente sbattute e il latte caldo.

Lasciate riposare e nel frattempo rosolate nel burro la cipolla tritata finemente e lo speck a dadini o striscioline. Non appena saranno rosolati aggiungete la cipolla e lo speck al pane e al latte e mescolate. Aggiungete l’erba cipollina e il prezzemolo; salate e pepate e fate riposare per circa 15/20 minuti.

Trascorso il tempo di riposo spolverizzate il composto con un po’ di farina (circa 1 o 2 cucchiai), bagnatevi le mani con acqua e formate delle palle del diametro di circa 5/6 centimetri.

Lasciate riposare in frigorifero per circa 15 minuti e poi cuocete in brodo di carne per circa 15 minuti a fiamma non troppo alta. Servite con parmigiano reggiano.

Knödel allo speck
Canederli allo speck

La quantità di farina da aggiungere all’impasto varia molto in base alla consistenza del pane raffermo bagnato; l’importante è non esagerare. Se l’impasto dovesse risultarvi troppo morbido non aggiungete farina, ma pangrattato.