Pancake soffici: ricetta originale americana.

I pancake (o pancakes) sono il dolce da colazione americano per eccellenza. Nella versione classica si realizzano con un impasto a base di farina, latte, uova e zucchero; il tutto viene lavorato velocemente e poi cotto in padella fino a formare delle piccole frittelle morbide e gustose. I pancake potrebbero essere definiti una sorta di versione d’oltreoceano delle Crepes ma a differenza di quest’ultime sono decisamente più alti e soffici.
Nella versione originale vengono serviti appena fatti, impilati l’uno sull’altro e resi ancor più golosi da una colata di sciroppo d’acero.

Pancake soffici
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni8 Pancake
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaAmericana

Ingredienti per 8 pancake

Per i pancake

250 ml latte
200 g farina 00
2 uova
30 g zucchero (1 cucchiaio)
30 g olio di semi (o burro fuso)
10 g lievito in polvere per dolci
1/2 cucchiaino bicarbonato
1 cucchiaino aceto
1 pizzico sale

Per la farcitura

sciroppo di acero (o miele )
frutta fresca
242,12 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 242,12 (Kcal)
  • Carboidrati 41,42 (g) di cui Zuccheri 17,38 (g)
  • Proteine 6,68 (g)
  • Grassi 6,57 (g) di cui saturi 1,88 (g)di cui insaturi 4,33 (g)
  • Fibre 1,17 (g)
  • Sodio 176,62 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 80 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Strumenti

Ciotole
1 Bilancia pesa alimenti
1 Padella
1 Mestolo
1 Frusta a mano

Come preparare i pancake secondo la ricetta originale americana

Preparare l’impasto dei pancake

Setaccia la farina (200g) con il lievito e il bicarbonato dopodiché aggiungi 1 cucchiaio colmo di zucchero (30g) e un pizzico di sale.

preparazione dei pancake passo passo

Separa i tuorli dagli albumi e con l’aiuto di una frusta elettrica monta gli albumi a neve.

In una ciotola unisci i liquidi (tuorli, latte, olio e aceto), aggiungili alle polveri e mescolala con una forchetta (o una frusta a mano).

Con l’aiuto di una spatola amalgama anche le chiare d’uovo montate a neve.

L’impasto dei pancake è pronto, apparirà morbido ma abbastanza corposo.

Cuocere i pancake

Riscalda una padella antiaderente su fuoco medio, ungila con un cucchiaino di olio d’oliva (o un velo di burro) e asciuga l’eccesso con carta da cucina.

Versa al centro della padella ben calda un mestolino di preparato e quando inizieranno a comparire tante bollicine in superficie e la base sarà dorata (max 3 minuti), gira il pancake con l’aiuto di una spatola. Lascia dorare anche l’altro lato (max 2 minuti) dopodiché il pancake sarà pronto.

Procedi così fino a terminare l’impasto. Mano a mano che i pancake sono pronti disponili su un piatto da portata. Non impilarli subito ma aspetta qualche minuto.

Come preparare i pancake

Come servire i pancake

Servi i pancake americani caldi impilati l’uno sull’altro, cosparsi con sciroppo d’acero e accompagnati a piacere con frutta fresca.

pancake allo sciroppo d'acero

Se preferisci, al posto dello sciroppo d’acero, puoi utilizzare miele leggermente riscaldato, yogurt, marmellata, burro d’arachidi, lemon curd o altra crema spalmabile a piacimento. Sono ottimi anche con una semplice spolverata di zucchero a velo!

Come conservare i pancake

I pancake vanno conservati senza farcitura ben sigillati in sacchetti per alimenti.

PANCAKE PERFETTI: gli errori da non fare.

Hai preparato i pancakes ma non sei soddisfatta? La preparazione di questi dolcetti d’oltreoceano è davvero semplice ma come in tutte le preparazioni facili i piccoli errori possono fare la differenza. Se vuoi dei pancake soffici, gonfi e dal colore invitante segui questi pochi accorgimenti e ti assicuro che potrai servirli con successo anche a un americano doc!

1. La preparazione dei pancake richiede una lavorazione veloce (come per i muffin): non bisogna lavorare troppo l’impasto ma semplicemente mescolare i liquidi alle polveri.

2. La cottura dei pancake deve avvenire a fuoco dolce: in questo modo i pancake cuoceranno lentamente, non si bruceranno e manterranno un colore dorato molto invitante.

3. L’impasto dei pancake, una volta in padella, non va schiacciato.

4. E’ preferibile cuocere i pancake solo al momento del consumo. Qualora avanzasse impasto si può conservare coperto in frigo per un massimo di 24 ore. Se invece avanzano pancake già cotti lasciali raffreddare dopodiché conservali in sacchetto per alimenti ben chiusi; in questo modo potrai consumarli anche il giorno dopo.

5. Per ottenere dei pancake soffici, alti e morbidi non dimenticare di aggiungere né il lievito né tantomeno bicarbonato e aceto. L’aceto li renderà davvero morbidi e ti assicuro non lascerà alcun retrogusto: nessuno si accorgerà della sua presenza! Se proprio l’utilizzo di bicarbonato e aceto non ti convince, utilizza un’intera bustina di lievito.

Note & consigli

– Solitamente la preparazione dei pancake, essendo di natura molto veloce, non richiede di montare le chiare d’uovo a neve. In questa ricetta specifica tratta dal libro American Pancakes (condivisa qui da Simona di Tavolartegusto) è invece consigliato di montare gli albumi prima di aggiungerli al resto dell’impasto. Questa variante assicura un effetto finale “fluffy”, ovvero “soffice”. Personalmente lo trovo un espediente che non porta via molto tempo ma assicura un risultato davvero eccellente.

– Sei a dieta? Prova i pancake light alla banana senza zucchero, senza burro e senza uova.

Lo sciroppo d’acero.

Vuoi comportarti da vero americano? Servi i pancake con una generosa colata di sciroppo d’acero.

Lo sciroppo d’acero è un dolcificante naturale, un liquido dolce e liquoroso che si ricava dalla linfa di due varietà di acero di origine canadese. A differenza dello zucchero di canna, questo sciroppo è ricco di proprietà e sostanze benefiche per il nostro organismo (vitamine, acido malico e sali minerali come potassio, calcio e ferro). E’ rimineralizzante, energizzante, depurativo, drenante, antiossidante, aiuta il sistema digerente e quello intestinale, ha poche calorie e riattiva la termogenesi dei grassi. Ha inoltre un indice glicemico medio decisamente inferiore rispetto a quello di altri dolcificanti; apporta 250 calorie circa ogni 100 grammi e si trova al terzo posto nella classifica dei dolcificanti meno calorici (segue stevia e melassa).

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.