Crea sito

Sanguinaccio dolce di Carnevale

Il sanguinaccio dolce è una crema densa e corposa a base di cacao, cannella e cioccolato fondente tipicamente preparata a Napoli nel periodo del Carnevale per accompagnare le chiacchiere. ll suo nome prende origine dall’antica e ormai assolutamente superata tradizione di utilizzare come ingrediente principale il sangue di maiale. Fortunatamente oggi il sanguinaccio di sanguinolento conserva solo il nome! Si è infatti ben presto trasformato nella golosissima crema al cioccolato avvolgente e dal gusto deciso che tutti conosciamo.

Sanguinaccio napoletano di Carnevale
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ricetta del sanguinaccio napoletano

  • 500 mllatte
  • 225 gzucchero
  • 75 gcacao amaro in polvere
  • 20 gamido di mais (maizena)
  • 40 gfarina 00
  • 1 cucchiainocannella in polvere
  • 100 gcioccolato fondente
  • 1 cucchiainoessenza di vaniglia (o 1 bustina di vanillina)
  • 30 gburro (facoltativo)
  • 40 mlliquore Strega (facoltativo)

Strumenti

  • Pentolino
  • Frusta a mano
  • Bilancia

Come preparare il sanguinaccio dolce di Carnevale

  1. Trasferisci in una pentola il cacao amaro, lo zucchero, l’amido, la farina, la cannella e la vanillina (o la vaniglia).

  2. Aggiungi il latte un po’ per volta mescolando con una frusta a mano o un cucchiaio di legno fino a completo scioglimento delle polveri.

  3. Trasferisci la pentola sui fornelli e cuoci a fiamma dolce mescolando di continuo fino a ottenere una crema al cacao ben densa. Occoreranno circa 10-15 minuti.

  4. Spegni la fiamma, unisci il cioccolato fondente tagliato finemente, la noce di burro (facoltativo) e amalgama.

  5. Copri con pellicola a contatto e lascia raffreddare completamente.

  6. Sanguinaccio dolce di carnevale

    Il sanguinaccio dolce di Carnevale è pronto per essere consumato.

  7. Sanguinaccio dolce di carnevale

    Servilo ben fresco o a temperatura ambiente.

Note & consigli

Come conservare il sanguinaccio

Il sanguinaccio si conserva in frigo per 5-6 giorni in un contenitore ben chiuso.

Variazioni

Il sanguinaccio può essere aromatizzato a piacere con liquori come il rum e la strega e profumato con l’aggiunta di caffè o spezie come i chiodi di garofano. Può inoltre essere arricchito con l’aggiunta di cedro.

Storia del sanguinaccio

Il sanguinaccio è un dolce partenopeo chiamato così perché anticamente preparato con il sangue di maiale. Il sangue del maiale veniva raccolto durante la macellazione (tra gennaio e febbraio) e doveva essere continuamente mescolato per evitarne la coagulazione. Veniva poi filtrato, unito a una crema a base di cacao e insaporito con caffè, spezie (cannella e chiodi di garofano) e zucchero. Dal 1992 in poi, per motivi igienici, in Italia fu vietata la vendita e l’utilizzo del sangue di maiale perché correlato a un forte potere infettivo. Da quel momento in poi l’arte pasticciera partenopea si è adattata alle nuove direttive e ha ingentilito la ricetta rendendola cruelty free. Ad oggi il sanguinaccio resta una golosa e densa crema al cioccolato che fortunatamente di sanguinolento conserva solo il nome.

Ricette di Carnevale

Tra le ricette che maggiormente adoro di questo periodo dell’anno indubbiamente c’è la lasagna di carnevale e il migliaccio dolce.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.