Coleslaw salad: insalata di cavolo & carote

La coleslaw salad, chiamata in breve “slaw”, è un’insalata di origine anglosassone a base di cavolo e carote, insaporita con un dressing allo yogurt. Fresca, leggera e sana è ottima anche nei sandwich. Ad oggi è diventata simbolo degli Stati Uniti d’America, dove non c’è grigliata che si rispetti senza questa freschissima insalata.

Ingredienti

Per l’insalata

  • 250 g di cavolo cappuccio (quantità puramente indicativa)
  • 250 g di carote
  • 1 cipollotto fresco (io spesso lo ometto per questione di digeribilità)
  • 1 cucchiaio di olio d’oliva (facoltativo)
  • sale, pepe q.b (facoltativo)

Per il dressing allo yogurt

  • 125 g di yogurt naturale senza zucchero (ottimo anche quello greco che assicurerà un effetto finale maggiormente cremoso)
  • 1 cucchiaio raso di zucchero
  • 1 cucchiaio di aceto bianco
  • 1-2 cucchiai di maionese
  • 1 cucchiaino di senape ( o più a seconda dei gusti)
  • erba cipollina fresca
  • sale, pepe q.b

PreparazioneColeslaw salad: insalata di cavolo cappuccio e carote_preparazione

  1. Lavare e asciugare il cavolo cappuccio.
  2. Eliminare le foglie esterne del cavolo (troppo dure), e tagliarlo molto sottilmente. Più sottile sarà, più buona risulterà la nostra insalata.
  3. Pelare le carote, eliminare le estremità, lavarle, asciugarle e tagliarle a julienne. Per questo renderò sempre grazie al mio amato food processor che in 2 minuti fa il lavoro “sporco” al posto mio! Utilizzo un disco a fori larghi e il gioco è fatto. Non ne esce una vera e propria julienne, ma ci accontentiamo!
  4. Pulire il cipollotto e affettarlo sottilmente (se soffrite di difficoltà digestive omettetelo. Io ad esempio, la preferisco senza).
  5. In un’ampia insalatiera unire il cavolo cappuccio, il cipollotto e le carote.
  6. Condire con un pizzico di sale, una spolverata di pepe e 1 cucchiaio di olio di oliva. Questo passaggio in realtà è facoltativo in quanto per tradizione quest’insalata va condita direttamente con il dressing a base di yogurt.
  7. In una ciotolina versare lo yogurt, lo zucchero, l’aceto, la maionese, la salsa di senape, un pizzico di sale, una grattugiata di  pepe e l’erba cipollina (preferibilmente fresca). Mescolare il tutto con un cucchiaio.
  8. Se intendete consumare l’insalata subito, allora potete condirla con il dressing allo yogurt, altrimenti vi consiglio di condire cavolo e carote con un  cucchiaio di olio d’oliva, un po’ di sale e pepe e conservare in frigo le due cose separatamente per poi unirle solo poco prima del consumo. In alternativa servite il dressing in una ciotolina a parte.
  9. Servire la coleslaw salad fresca.

Coleslaw salad: insalata di cavolo cappuccio e caroteNote & Curiosità

  • Il termine “Coleslaw” deriva dall’olandese “koolsalade”, abbreviato poi in “koosla”, che signfica “cabbage salad”, ovvero insalata di cavolo.
  • Di ricette di coleslaw salad ne esistono davvero tante, e come potete immaginare, ogni famiglia la personalizza secondo i propri gusti. Ad esempio alcuni aggiungono pezzi di frutta fresca e/o secca, altri patate o cose del genere.
  • La proporzione tra quantità di carote e di cavolo può cambiare considerevolmente. Ho notato che la maggior parte delle ricette prevede l’uso di una quantità di cavolo almeno doppia rispetto a quella di carote. Io, a differenza dei più, utilizzo la stessa quantità di entrambe le verdure, anzi, a dire la verità, utilizzo un’unità di misura molto conosciuta dalle casalinghe come me: la cosiddetta quantità “a occhio”. Trattandosi di un’insalata e non di una ricetta di pasticceria (dove anche i grammi possono fare la differenza) non è necessario andare troppo per il sottile.
  • Di consuetudine quest’insalata viene preparata utilizzando il cavolo cappuccio, ma la scelta del cavolo è personale 🙂 Ad esempio, alle volte, ho utilizzato il cavolo viola con un effetto estetico spettacolare.

 

Precedente Stick di peperoni croccanti al forno Successivo Pesto di pomodori secchi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.