CAPONATA DI CARCIOFI ALLA SICILIANA

Vi piace la caponata siciliana? Avete mai provato la versione  di carciofi? La caponata di carciofi è un vero e proprio must della gastronomia Palermitana ed è decisamente più light di quella di melanzane perché i carciofi non vengono fritti ma semplicemente stufati e poi, come di consueto, uniti all’intingolo a base di pomodoro, sedano olive e capperi. Il tutto infine viene insaporito conuna soluzione agrodolce a base di aceto e zucchero la cui tradizione è stata lasciata in dono dalla dominazione Araba.

Mentre la caponata di melanzane è tipicamente estiva (il periodo migliore per farla è Giugno) quella di carciofi è simbolo di primavera. Quindi cosa aspettate? 🙂

ingredienti caponata di carciofiIngredienti

  • 6-8 carciofi (oppure 600 g di cuori di carciofo surgelati)
  • 1 cipolla grande
  • 2 gambi di sedano
  • 50 g di capperi dissalati
  • 150 g di olive verdi Ficacci
  • 400 g di pelati
  • 3 cucchiai di olio di oliva
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 70 ml di aceto di vino
  • sale, pepe q.b

Preparazionepreparazione paso passo della caponata di carciofi alla siciliana

  1. Pulire i carciofi eliminando le foglie esterne e le parti dure, lasciando principalmente i cuori e una parte di gambo (anche quest’ultimo va pelato).
  2. Dividere ogni carciofo in 4 spicchi (in 6 quelli più grandi) e metterli a mollo in acqua e limone (l’acqua acidulata serve ad evitare che il carciofo annerisca).
  3. In una padella cuocere i carciofi con uno spicchio di aglio (facoltativo), 1 cucchiaio di olio, un po’ di sale e se necessario un goccio di acqua per circa 10-15 minuti a tegame coperto. A cottura ultimata metterli da parte. Se volete fare una caponata ancora più light fate come me e cuocete i carciofi a vapore.
  4. Sciacquare i capperi e metterli a bagno una decina di minuti in acqua in modo da eliminare il sale in eccesso.
  5. Snocciolare le olive e metterle da parte.
  6. Pulire il sedano, eliminando i filamenti troppo duri, tagliarlo a fettine non troppo sottili (o dadini) e sbollentarlo in acqua bollente salata fino a cottura ricordando che dovrà restare croccante. In alternativa potete cuocerlo a vapore per circa 8-10 minuti.
  7. Affettare sottilmente la cipolla e farla appassire a fuoco dolce in 2 cucchiai di olio (non dovrà colorirsi ma solo diventare trasparente).
  8. Aggiungere i pomodori pelati (o 2 cucchiai di concentrato di pomodoro) e un mezzo bicchiere di acqua. Salare, pepare e portare a cottura.
  9. Aggiungere i capperi e le olive denocciolate e lasciare cuocere qualche istante.
  10. Aggiungere i carciofi e farli insaporire un paio di minuti.
  11. Preparare l’agrodolce mescolando aceto e zucchero, versarlo sui carciofi e spegnere la fiamma.
  12. Mescolare il tutto e lasciare raffreddare.
  13. Servire la caponata fredda dopo almeno 4-5 ore dalla preparazione. Consumata il giorno dopo sarà ancora più buona.caponata

 

Precedente BUCATINI ALL'AMATRICIANA Successivo CARTOCCIO DI TACCHINO IN CROSTA D'AROMI

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.