Crea sito

Ciocco-cocco: torta fredda al cocco

torta fredda ciocco-coccoSono anni che ho adocchiato la ricetta di questa torta, ma prima d’ora non avevo mai trovato l’occasione giusta per farla! Quale occasione migliore del compleanno di una persona un pochino complicata, che adora il cocco ma che mentre assapora la qualunque pensa istantaneamente a come migliorare la ricetta….insomma una tipa per niente facile da accontentare! La tipa in questione mangia tutto ma apprezza raramente a pieno qualcosa! Non è da tutti stupirla in cucina! Emm……si…diciamo che per ipotesi si sta parlando della sottoscritta! E diciamo, sempre per ipotesi, che il mio dolcissimo maritino si offra volontario per aiutarmi a prepararla! Che fareste al posto mio???? Avreste dovuto per forza cedere alla tentazione, giusto??? Ebbene si… lo confesso, la torta è per me, e sarà il mio tessssoroooooo! Quell’angelo di mio marito mi ha aiutato ad ogni passaggio e con tutto l’amore che ci ha messo non poteva che essere buonissima! La ricetta è di Taly ed è stata pubblicata svariati anni fa sul forum di cucina di  cookaround. Ho solo modificato qualche particolare minimo, come la scelta del tipo di liquore. La preparazione è un pochino lunghetta ma il risultato ripaga l’impegno necessario. Se amate il cocco questa vi piacerà di sicuro! Il risultato è una torta fresca e gustosa! Una base cioccolattosa con all’interno una sofficissima mousse al cocco, delicata, dolce al punto giusto e per niente sdegnosa! Cederete sicuramente al bis!Torta fredda ciocco-cocco

Ingredienti per una torta da 26 cm

Per la base

  • 120 g di burro morbido
  • 40 g di zucchero a velo
  • 150 g di cioccolato fondente
  • 4 tuorli di uova medie
  •  4 albumi di uova medie
  •  150 g di zucchero semolato
  •  130 g di farina 00
  •  20 g di amido di mais
  •  1 puntina di cucchiaino di lievito vanigliato (solo una puntina, non di più)

Per la mousse

  • 640 ml di latte 
  • 180 g di cocco disidratato
  • 100 g di zucchero semolato
  • 30 gr di amido di mais
  • 6 fogli di colla di pesce (12 g)
  • 80 ml di maraschino o liquore al cocco
  • 360 ml di panna fresca non zuccherata + 1 cucchiaio di zucchero a velo

 Preparazione

Preparazione della base

  1. Separare i tuorli dagli albumi.
  2. Montare gli albumi con un pizzico di sale.
  3. Quando gli albumi cominciano ad assumere una certa consistenza aggiungere lo zucchero semolato un po’ per volta e continuare a montare sino ad ottenere una meringa lucida e soda.
  4. Mettere da parte la meringa.
  5. Sciogliere il cioccolato a bagnomaria o al microonde a bassa potenza (max 350 w), e lasciare che si intiepidisca.
  6. Montare il burro morbido con lo zucchero a velo.
  7. Aggiungere i tuorli e continuare a montare.
  8. Con un cucchiaio di legno unire la meringa con movimenti delicati dal basso verso l’alto per non smontare il composto.
  9. Unire la farina setacciata con il lievito e la maizena.
  10. Imburrare e infarinare uno stampo a cerniera da 26 cm (il mio era da 24 cm, infatti la torta è venuta abbastanza altina).
  11. Versare il composto nello stampo, livellare la superficie con il dorso di un cucchiaio bagnato e cuocere a 160° per 30 minuti (io ho usato forno ventilato).
  12. A cottura ultimata lasciare qualche minuto in forno spento con la porta semiaperta, dopodiché uscirlo e lasciarlo nello stampo fino a raffreddamento totale.
  13. Sformare e mettere in frigo per almeno 12 h.

Preparazione della mousse al cocco

  1. Mettere i fogli di gelatina a bagno in abbondante acqua fredda.
  2. In un pentolino unire il cocco rapè al latte e portare dolcemente a bollore.
  3. Fare bollire giusto per uno o due minuti.
  4. Spegnere la fiamma e unire subito la maizena miscelata allo zucchero e alla gelatina ben strizzata.
  5. Utilizzare una frusta per miscelare per bene il tutto ed evitare la formazione di grumi.
  6. Unire il liquore e lasciare che la mousse raffreddi completamente.
  7. Quando la mousse sarà ben fredda, montare la panna fredda di frigo con lo zucchero a velo e unirla al composto con movimenti delicati.

Assemblaggio del dolce

  1. Prendere la base al cioccolato (ormai ben fredda), privarla della crosticina superficiale (che vi potete pure pappare con la mousse che sicuramente vi resterà) e dividerla in due dischi di uguale altezza.
  2. Mettere il primo disco sul piatto da portata scelto.
  3. Riprendere lo stampo a cerniera utilizzato (ben lavato e asciugato).
  4. Fare aderire una striscia di acetato o carta da forno alle pareti interne dello stampo a cerniera e adagiare lo stampo attorno al disco della base (senza il fondo dello stampo, serve solo il cerchio).
  5. Versare la mousse nello stampo, livellarla con il dorso di un cucchiaio e ricoprire con il secondo disco.
  6. Decorare la superficie a piacimento.
  7. Io ho steso un velo di mousse e cosparso con cocco rapè e cacao amaro.
  8. Conservare il dolce in frigo almeno per una notte.
  9. Il giorno seguente togliere lo stampo e la striscia di carta da forno.
  10. Servire ben freddo.

Il gusto di questa torta migliora di giorno in giorno, perché la mousse ha bisogno di tempo per prendere per benino il sapore dal cocco. Il giorno dopo è ottima, e dopo due giorni è ancora più buona! Ma se siete dei veri golosi, ho dei seri dubbi che possa durarvi più di due giorni!torta fredda al cocco Buon dessert a tutti & Happy birthday to me!

15 Risposte a “Ciocco-cocco: torta fredda al cocco”

  1. Ciao Solaria l’accoppiata cocco cioccolata è veramente da paura per me che sono una gran golosona. Mi unisco alle compagne commentatrici che mi hanno preceduto … PECCATO NON POTERLA ASSAGGIARE !!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. ..Cara Solaria..sono rimasta davvero a bocca aperta…oltre che ad essere bellissima questa torta deve essere super golosa..buonissima e anche tanto deliziosa..io amo il cocco,.lo mangerei sempre e l’abbinamento cocco cioccolata è qualcosa di veramente sublime..io direi una coccola per le nostre papille gustative…bravissima e penso che quanto prima proverò a rifarla!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.