Lasagna alla napoletana a modo mio

lasagna alla napoletanaCosa c’è di meglio per il pranzo di Carnevale se non la lasagna?!

A Napoli dire “lasagna” non significa semplicemente ragù e besciamella, ma tutt’altro! Per noi napoletani la lasagna è abbondanza, ricchezza, esplosione di gusto, esagerazione di sostanza…..insomma un trionfo dei sapori della tradizione!

E così la lasagna si trasforma in un quadro di sapori in cui le eccellenze del patrimonio gastronomico Campano fanno a gara a chi appare la più bella e la più gustosa.

Provola affumicata, ricotta, salame: nella lasagna napoletana ogni sapore ha il suo posto!

Ingredienti per circa 15 persone ( io ho utilizzato 2 vaschette di alluminio di media dimensione e 3 piccole):

  • 1 kg di ricotta
  • 1 kg di fior di latte o di provola (la provola darà un sapore più forte e io la preferisco)
  • 500 g di macinato di manzo
  • 500 g di macinato di suino
  • 100 g circa di pancetta a cubetti
  • 4 lt di passata di pomodoro
  • 200 g di doppio concentrato di pomodoro (facoltativo)
  • 200 g di grana grattugiato Bella Lodi
  • Pepe e sale q.b.
  • 8 uova sode
  • 300 g di prosciutto cotto ( o salame a seconda dei gusti)
  • 250 ml di besciamella (se volete prepararla in casa seguite le mie indicazioni)
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • olio extra vergine di oliva
  • ½ bicchiere di vino  rosso (o bianco)
  • Basilico q.b.
  • 1 +1/2 pacco di Emiliane all’uovo Barilla ( ho fatto 3 strati per ogni lasagna)

Preparare il ragù:

La ricetta originale napoletana della lasagna di carnevale prevede l’uso del ragù alla napoletana e delle polpettine fritte (proprio come si fa nel sartù alla napoletana). Quindi se avete più tempo vi consiglio di seguire il metodo classico, se invece volete spicciarvi (come nel mio caso) preparate il ragù di carne macinata. Io alterno le due preparazione perché devo dire che le amo entrambe!

Soffriggere una dadolata di cipolla, carota e sedano in abbondante olio evo. Aggiungere la pancetta tagliata a dadini e il macinato. Quando la carne avrà preso colore sfumare con il vino rosso (anche bianco va bene). lasciare che il vino evapori. Aggiungere la passata e il concentrato e cuocere coperto per circa un’ora a fuoco lento. A cottura ultimata aggiungere il basilico. Spegnere il fuoco e lasciar raffreddare.ragù

Assemblare la lasagna:

Tagliare il fior di latte a cubetti. Mettere la ricotta in una terrina e lavorarla con la forchetta aggiungendo una decina di cucchiai di salsa, sino ad ottenere un composto rosa. Aggiungere 100 g di grana grattugiato Bella Lodi, un pizzico di sale e pepe e circa 250 g di fior di latte tagliato a cubetti (o provola).

Porre sul fondo della vaschetta 1 paio di cucchiai di ragù miscelati ad un cucchiaio di besciamella. Mettere il primo strato di pasta cercando di coprire tutti gli spazi (eventualmente tagliare una sfoglia di pasta in pezzi più piccoli in modo da coprire gli eventuali vuoti).

Cospargere uno strato di crema di ricotta, stendendolo per bene con il dorso di un cucchiaio o una forchetta. Ricoprire con uno strato di prosciutto cotto a fette, una manciata di dadini di fior di latte, un paio di cucchiai di ragù e una spolverata abbondante di grana. Sistemare un secondo strato di pasta. Ricoprirlo con la crema di ricotta, le uova sode tagliate a fette sottili, i dadini di fior di latte, un paio di cucchiai di ragù, una spolverata di grana. Mettere il terzo e ultimo strato di pasta e ricoprirlo abbondantemente di ragù miscelato alla besciamella, facendo scendere un po’ di sugo anche nei vari lati della lasagna. Spolverizzare con abbondante grana. Ricoprire il tutto con carta stagnola. Cuocere in forno caldo ventilato a 220° per 20-30 minuti ( io 30 minuti), dopodiché togliere la carta stagnola e cuocere altri 10 minuti. Lasciare che le lasagne riposino 10 minuti in forno spento semiaperto, dopodiché servire.

n.b: ho utilizzato le Emiliane all’uovo della Barilla. Per questioni di tempo ho preparato la lasagna il giorno precedente, utilizzando poco sugo ed evitando di condire la superficie. Ho coperto il tutto con carta stagnola e messo in frigo. Il giorno successivo ho ricoperto la superficie con abbondante ragù miscelato alla besciamella e spolverizzato il tutto con grana grattugiato. Ho ricoperto nuovamente con carta stagnola e messo in forno. Ottimeee!

Dato il tempo necessario per preparale, io consiglio di farne in grandi quantità e congelarle da crude nelle vaschette di alluminio monouso. Quando vi va, le togliete dal congelatore e le mettete direttamente in forno.

Alla prossima!

Valeria 🙂

Precedente Filetto ai funghi Successivo Dooooolcissima Freddi!

18 commenti su “Lasagna alla napoletana a modo mio

  1. io amo la lasagna. e tu l’hai preparata egregiamente. basta dare uno sguardo a quella foto: il rosso richiamo del ragù, l’amata pasta invidiataci da tutto il mondo, la sapiente e abbondante farcitura, fanno di questo piatto un capolavoro!

  2. a me piace davvero tantissimo la lasagna, la domenica a pranzo la faccio spesso, ma così come l’hai fatta tu con le uova sode non ci ho mai provato..mi sono segnata però tutti i passaggi e gli ingredienti perchè la prossima volta opterò per questa!!!

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.