Graffe napoletane o ciambelle senza patate. Morbidissime e squisite, fritte o al forno

Le Graffe come quelle dei bar di Napoli? Eccole! Possiamo averle tutti i giorni a casa nostra

  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 3/4 fritte – 8/10 al forno Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 18/20 pezzi
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • Farina 00 300 g
  • Farina Manitoba 200 g
  • Zucchero 40 g
  • Lievito di birra fresco 3 g
  • burro o strutto 50 g
  • Acqua 200 ml
  • Latte 50 ml
  • uovo L 1
  • cannella/scorza di limone/scorza di arancia q.b.
  • Sale fino 5 g
  • Olio di semi per friggere q.b.

Preparazione

  1. In planetaria, oppure in  una ciotola capiente, sciogliere il lievito nel latte ed acqua a temperatura ambiente. Aggiungere le farine e tutti gli altri ingredienti a mano a mano ( per ultimo il sale e il burro/strutto ) ed impastare finchè l’impasto non risulterà incordato. A mano occorrerrano circa 10 minuti.

  2. Mettere a lievitare in una ciotola di plastica con apposito coperchio oppure ricoperta di pellicola trasparente per circa 3/4 ore e comunque fino al raddoppio. Per accelerare potete tenerlo in forno con la luce accesa. Si accorceranno di parecchio i tempi.

  3. Una volta lievitato, versate l’impasto su un piano da lavoro infarinato e stendetelo a circa 1 cm e mezzo. Ritagliate, con un coppapasta oppure con il bordo di un bicchiere da 7/8 cm di diametro, dei dischi. con un ditale oppure con un coppapasta più piccolo di circa 2/3 cm, ritagliate il centro dei dischi. Reimpastate gli avanzi, fate riposare l’impasto per 5/10 minuti, stendetelo e ricavatene altre ciambelle. Ponete in una teglia ricoperta di carta forno, lasciate lievitare ancora una mezz’oretta, sempre coperto con pellicola trasparente.

  4. Per la cottura in forno: preriscaldate il forno a 200°. cuocete per (8/10 minuti, finchè saranno belle dorate. Ancora bollenti spennellate con un pochino di burro fuso e passate nello zucchero semolato.

    Per la frittura: riscaldare bene abbondante olio in una casseruola dai bordi alti, portandolo a temperatura di circa 170°, fate prova con un pezzetto di graffa, deve subito gonfiarsi e risalire.

    Friggerne poche per volta per non far scendere la temperatura dell’olio.

    Giratele due o tre volte fino a doratura e scolatele bene su fogli di carta assorbente. Passatele nello zucchero semolato.

    Io le ho decorate con un pò di crema pasticcera (ricetta qui)

    Buon appetito

    Le immagini, gli articoli e le ricette di cucina pubblicate sul sito sono di proprietà di Gaetana Sgueglia e sono protette dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.

Note

Precedente Girelle Cinnamon Rolls o Kanelbullar con poco lievito e perfettamente maturate Successivo Cannoli dolci fritti con crema pasticcera o ricotta e cioccolato. Ricetta semplicissima

Lascia un commento