Treccia rustica ripiena di salumi e provola

Treccia rustica ripiena.  Un lievitato facile facile, di sicura riuscita, ripieno in tutti i modi e che di sicuro piacerà a tutti. Provate, sono sicura che non ve ne pentirete. Trasferiamoci in cucina ad impastare.

Sponsorizzato da Molino Petrucci

  • DifficoltàMedio
  • CostoMedio
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la treccia rustica ripiena

Impasto

  • 750 gfarina di semola di grano duro rimacinata
  • 8 glievito di birra fresco
  • 500 gacqua
  • 20 golio di oliva
  • 10 gsale

Ripieno

  • 400 gscamorza
  • 150 gsalame napoletano
  • 150 gprosciutto cotto

Preparazione della treccia rustica ripiena

  1. Questo impasto è semplice e veloce da realizzare, mettiamo in planetaria o in ciotola: la farina, sciogliamo in 400 g di acqua il lievito di birra, uniamolo alla farina e iniziamo ad impastare, uniamo l’olio. Impastiamo per 5 minuti. Adesso, uniamo gli altri 100 g di acqua poca alla volta, impastiamo ancora 5 minuti. Uniamo il sale, facciamolo assorbire e l’impasto è pronto. Rovesciamolo su un piano e facciamolo riposare per 15 minuti senza coprire (foto 1).

  2. treccia rustica ripiena

    Facciamo un giro di pieghe, pirliamo l’impasto (foto 2) e mettiamo l’impasto pirlato in un contenitore ermetico e facciamo raddoppiare (foto 3).

  3. A raddoppio avvenuto (foto 4), stendiamo l’impasto col mattarello e dividiamolo in tre strisce (foto 5). Farciamo ogni striscia con i salumi e la provola (foto 6).

  4. treccia rustica ripiena

    Formiamo la treccia (foto 7) e mettiamo a lievitare su carta forno (foto 8) e copriamo con la pellicola fino al raddoppio.  Al raddoppio, accendiamo il forno a 220°, spennelliamo con uovo e finiamo con semi di sesamo (foto 9).

  5. Appena il forno arriva a temperatura inforniamo la nostra treccia rustica ripiena per 30/40 minuti, come dico sempre regolatevi col vostro forno.

  6. Appena cotta, tiriamo la nostra treccia rustica ripiena fuori dal forno e la nostra cena è servita.

  7. Mangiatela calda, non ve ne pentirete.

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.