Sfilatini di pane bianco fatti in casa

Sfilatini di pane bianco fatti in casa. Ho deciso di preparare questa formato di pane perchè è uno delle miei preferiti, ho usato il lievito di birra per dare la possibilità a tutti di realizzarlo, il risultato finale è stato ottimo e cosa non secondaria, si fa in giornata

Sponsorizzato da Molino Petrucci

sfilatini
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo9 Ore
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni3 pezzi
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti per gli sfilatini

Per il lievitino

  • 50 gfarina 0
  • 50 gacqua
  • 1 glievito di birra secco

Per l’impasto

  • 700 gfarina 0
  • 500 gacqua
  • 20 gsale

Preparazione degli sfilatini

Lievitino

  1. filoncini tipo baguette

    Iniziate la preparazione degli sfilatini dal lievitino, mescolate in una ciotola: la farina, l’acqua e il lievito di birra disidratato (foto 1 e 2), formate una cremina (foto 3), coprite con la pellicola e lasciate lievitare (foto 4).

Impasto

  1. filoncini tipo baguette

    Mettete in planetaria: la farina, il lievitino e metà acqua della ricetta (foto 1), montate il gancio e a bassa velocità iniziate ad impastare, non appena l’acqua è stata assorbita dalla farina (foto 2) aumentate la velocità e in 3 volte unite il resto dell’acqua (foto 3), aggiungete il sale, terminate l’impasto e trasferitelo sul piano infarinato (foto 4), pirlate l’impasto (foto 5) e copritelo con una ciotola per 30 minuti.

  2. Fate una piega a tre, tirate l’impasto con le mani (foto 6), piegate la parte di sopra (foto 7), piegate la parte di sotto sull’altra metà (foto 8), piegate nell’altro verso (foto 9 e 10), pirlate (foto 11) coprite e lasciate riposare ancora 30 minuti. Trascorsi i 30 minuti fate un altra piega.

  3. Dopo l’ultima piega pirlate bene l’impasto (foto 12) e mettetelo a lievitare in una ciotola (foto 13) fino al raddoppio.

  4. Al raddoppio (foto 14), rovesciate delicatamente l’impasto sul piano infarinato (foto 15) e fate le pezzature di circa 400 g (foto 16). Prendete ogni pezzo, schiacciatelo (foto 17) arrotolatelo e allungatelo di circa 40 cm (foto 18). Mettete gli sfilatini a lievitare su carta forno infarinata di semola rimacinata (foto 19).

  5. Al raddoppio, accendete il forno a 250°, appena arriva a temperatura, spolverizzate la superfice con poca semola rimacinata (a me ne è cascata un po troppo), fate i tagli (foto 20) e infornate. Cuocete a forno statico a 250° per 10 minuti, poi a 190° per 15 minuti, poi a 175° per 15 minuti, terminate sempre a 175° per 10 minuti a forno ventilato con spiffero. Come sempre regolatevi col vostro forno.

  6. sfilatini

    Ecco gli sfilatini cotti e mangiati, buonissimi mangiati caldi, anche se non si dovrebbe fare.

  7. Grazie a tutti per il tempo che mi dedicate e se vi fa piacere mi trovate sui social:

    facebook

    instagram

    pinterest

    youtube

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.