Lievitazione naturale e farina 2 Petrucci

Lievitazione naturale e farina 2 Petrucci

Lievitazione naturale, un mondo tutto da scoprire, quasi 3 anni fa è iniziata la mia avventura con la pasta madre, e, ancora oggi ogni volta che panifico mi meraviglio nel vedere il pane lievitare. La pasta madre abbinata ad una farina super buona è il miracolo si compie. Dalla pasta madre ho ricavato anche il li.co.li. che è il lievito naturale  a coltura liquida molto più semplice da gestire.

Ma ve ne parlerò prossimamente.

Lievitazione naturale

Ingredienti per una pagnotta da 1 kg circa:

– 650 g di farina macinata a pietra tipo 2 Molino Petrucci

– 400/ 450 g di acqua

– 100 g di pasta madre rinfrescata

. 20 g di sale

Procedimento:

in una ciotola mettete la farina, sciogliete la pasta madre in un poco di acqua e  unitela alla farina.

Aggiungete circa 200 g di acqua e iniziate ad impastare, unite l’altra acqua man mano che impastate, potrebbe non servire tutta, solo alla fine unite il sale, continuate ad impastare in ciotola fin quando tutto il sale non è assorbito dall’ impasto.

Trasferite l’impasto sul piano di lavoro e lavoratelo fin quando non diventa bello liscio.

Pirlate e mettete a lievitare su un canovaccio ricoperto di semola in un contenitore a chiusura ermetica fino al raddoppio a temperatura ambiente.

Al raddoppio trasferite l’impasto sul piano di lavoro, stendetelo con le mani e arrotolatelo per dare la forma.

                Rimettete a lievitare sempre su canovaccio ricoperto di semola.

   Se non avrete maltrattato troppo l’impasto basteranno circa 3 ore per la seconda       lievitazione.

   Solo prima di infornare fate i tagli.

     Io ho cotto nel forno a legna.

Nel forno di casa cuocete a 250° per 20 minuti,

poi a 200° per altri 20 minuti,

poi a 180° fino a cottura ultimata.

                                      Fate raffreddare la pagnotta capovolta.

Con la  mortazza, il capicollo, il salame, ma anche con semplice olio e sale è la fine mondo.