Impepata di cozze tarantine o “Mpepata di cozze”

L’impepata di cozze, o come diciamo noi al Sud “Mpepat” di cozze, è un piatto economico, veloce e gustoso da realizzare.

Inizialmente, consumato solo dal popolo, l’impepata trova la sua dignità con lo chef salernitano Vincenzo Corrado, che inserì questa ricetta nel suo “Cuoco Galante”, un ricettario del 1977, una vera raccolta di piatti della cucina mediterranea,testo richiesto in tutto il mondo dalle principali autorità dell’epoca, e ristampato per ordini del principe per ben 6 volte.

La vera regina di questo piatto è la cozza tarantina. Le fonti dell’ epoca greco-romana narrano della ricchezza e della bontà dei mitili della città dei due mari, ossia Taranto. Nel corso del XVI e XVII secolo da autori come Tommaso Niccolò d’Aquino nelle sue “Deliciae Tarantinae” hanno scritto sulla bontà di questi frutti di mare.

  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 15 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • Cozze 1 kg
  • Olio extravergine d'oliva 50 g
  • Aglio 1 spicchio
  • Pomodori (Succosi) 10
  • Pepe q.b.
  • Prezzemolo q.b.
  • Origano (facoltativo) q.b.
  • Peperoncino (facoltativo) 1

Preparazione

  1. Iniziate a pulire le cozze, se questo lavoro viene fatto in pescheria meglio, se non sarà possibile mettere le cozze in una vaschetta con acqua fredda ed eliminate quelle aperte e quelle rotte.
    Grattate con un coltello le incrostazioni dalle valve, portate via la barba laterale sfilandola con le dita dall’alto verso il basso. Fate un’ultima passata con una retina di ferro fino a quando i gusci non sono puliti e risciacquate.
    Mettere in una padella dai bordi alti l’olio e fate rosolare a fiamma alta l’aglio, aggiungere i pomodori tagliati a metà e fate leggermente appassire (il pomodoro serve a dare colore).
    A questo punto, sempre a fuoco forte, mettere le cozze nella padella aggiungendo una spolverata di pepe e di prezzemolo coprite con un coperchio. Quando le valve si saranno aperte completamente le nostre cozze saranno pronte.
    Servire con del pane abbrustolito o fritto in padella con olio d’oliva.
    Vi consiglio di non aprire le cozze che sono rimaste chiuse, poiché probabilmente non saranno cotte a dovere.
    Esistono delle varianti che prevedono la possibilità di sfumare le cozze con del vino bianco, altre in cui viene aggiunto insieme al prezzemolo e al pepe dell’origano e del peperoncino
    Buon appetito…

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.