Crea sito

Crostatine mimosa, con mascarpone, fragole e nutella

La cosa che amo di più è mostrare me stessa agli altri per come sono, con le mie imperfezioni, i miei punti di forza, le mie debolezze, i miei sogni e i miei obbiettivi… Far vedere che io come tante altre donne possiamo lottare per avere gli stessi diritti degli uomini in vari ambiti, dove ciò è difficile!!
Avendo le nostre libertà, senza che nessuno ci sminuisca o ci limiti!! Essere donna significa mostrare se stessa ed essere amata ogni giorno di più per tutte le cose che facciamo e che spesso sono scontate agli occhi altrui… Essere donna significa essere amata e rispettata sempre!!
E auguro con queste crostatine mimosa che ognuno trovi se stessa e festeggi questo giorno come qualunque altro, perché il rispetto per noi stesse vale sempre!!

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo15 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1uovo
  • 50 gnocciola
  • 240 gfarina 00
  • 100 gzucchero
  • 125 gburro
  • 3uova
  • 100 gfarina 00
  • 80 gzucchero
  • 1 cucchiainolievito in polvere per dolci
  • 500 gmascarpone
  • 125 gzucchero a velo
  • 250 mlpanna da montare, 35% di lipidi
  • 8fragole ((più quelle per la decorazione) )
  • 1 q.b.Nutella®

Strumenti

  • 2 Ciotole
  • 1 Frusta elettrica
  • 6 Stampini

Preparazione

  1. Queste tartellette mimosa avranno bisogno di 3 preparazioni semplici e abbastanza veloci…

    Partiamo preparando la frolla inserendo in una ciotola il burro freddo da frigo con la prima quantità di zucchero semolato e mescoliamo con le mani, fino ad ottenere un composto sbricioloso.. Aggiungiamo poi la farina e le nocciole tritate finemente, ed infine l’uovo.

    Mescoliamo bene il tutto fino ad ottenere una palla liscia ed omogenea e la mettiamo momentaneamente da parte.

    Nel frattempo prepariamo il pan di spagna montando per circa 15/20 minuti lo zucchero con le uova fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.

    Mentre le uova montano andiamo a creare le nostre tartellette, stendendo la pasta frolla a 4 mm circa di altezza e la disponiamo nei nostri stampi con staccante o burro e bucherelliamo bene il fondo.

    Una volta che le uova sono ben montate, setacciamo al suo interno la farina e il lievito e con una spatola, mescoliamo con movimenti leggeri, per non far smontare il composto.

    Mettiamo il tutto all’interno di uno stampo di 20 cm di diametro imburrato e infarinato e cuociamo a 170 gradi statico per 25 minuti…

    Quando mancheranno 15 minuti di cottura inseriamo le nostre tartellette a cuocere.

    Mentre le due basi stanno cuocendo nel forno prepariamo la farcia, montando il mascarpone con lo zucchero a velo e la panna e una volta montato inseriamo le fragole tagliate a pezzi piccoli.

    Quando il pan di spagna sarà cotto e ben raffreddato, lo tagliamo a cubetti piccoli, togliendo la parte scura, per fare l’effetto mimosa.

    Terminiamo il montaggio delle tartellette, dispondendo uno strato di nutella sulla base della tartelletta( che oltre al gusto, donerà croccantezza alla frolla anche se a contatto con una crema).

    Poi inseriamo la farcia formando una leggera cupoletta e copriamo il tutto con il pan di spagna e delle fragole per decorare! ❤️❤️

  2. Questa è la frolla una volta stesa

  3. Le nostre tartellette prima di essere bucherellate

  4. Il pan di spagna areato e leggero

  5. Il pan di spagna cotto e tagliato

  6. La farcia super fragolosa

  7. Le tartellette con alla base la nutella

  8. Le tartellette con la farcia a cupoletta

  9. Ed ecco qua una volta terminate

  10. Questo è l’interno super goloso

Queste tartellette si conservano in frigo per circa 5 giorni e potete decidere voi come riempirle, con una crema pasticcera, con una mousse al pistacchio e lamponi o con ciò che preferite… Pensate alla vostra donna e fatevi trasportare dall’amore

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da frolleefollie

Sono beatrice una ragazza di 20 anni che ama tantissimo la cucina soprattutto la pasticceria.. I dolci e la panificazione sono la mia vita, il mio sogno e il mio futuro