Limoncello

Ciao! Oggi voglio portare sul blog la mia ricetta del limoncello.
Iniziano i primi caldi e un bel bicchierino di questo fresco e delizioso liquore, a fine pasto, magari dopo cena, non sarebbe malaccio. Non trovi?
Il limoncello, dopotutto, è un ottimo digestivo. Se poi ami particolarmente il sapore di questo meraviglioso e profumatissimo liquore, puoi anche utilizzarlo nella preparazione della crema pasticcera, per conferire aroma, oppure puoi anche utilizzarlo come bagna per i dolci (ovviamente diluendolo con un po’ di acqua eh, a meno che tu non voglia sbronzarti).
Se poi hai la possibilità di preparare questo liquore con dei limoni di Sorrento…Bingo! Non hai proprio scuse: questi limoni daranno una marcia in più al liquore.
Vabbè, limoni di Sorrento o no, assicurati che quantomeno si tratti di limoni non trattati, visto che per preparare il liquore ti servirà la buccia.
E lo so, il procedimento per ottenere il limoncello è lungo.
Lo so, è più pratico andare a comprarlo…
però vuoi mettere la soddisfazione di dire “Hey gente! Questo l’ho fatto io!”?
Impagabile!

Se questa ricetta ti è piaciuta, non dimenticare di seguirmi sulla mia pagina Facebook Franny’s Kitchen, su Instagram frannys_kitcken92 e su Twitter @FrannyBlogGZ .

  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di riposo20 Giorni
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 6limoni gialli non trattati
  • 1/2 ldi alcol a 96°
  • 700 gdi acqua
  • 350 gdi zucchero semolato

Preparazione

  1. 1. Inizia la preparazione del limoncello, togliendo la buccia da tutti i limoni. In questa operazione, presta particolare attenzione a non prelevare anche la parte bianca che potrebbe rendere sgradevole il sapore finale del liquore.

  2. 2. Metti le bucce in una boule e coprile con l’alcol. Assicurati che le bucce siano perfettamente coperte, quindi se occorre altro alcol, aggiungilo. Copri bene la ciotola con della pellicola e poi mettici sopra anche un canovaccio, in modo che le bucce e l’alcol possano macerare al buio. Lascia, quindi, macerare le bucce di limone nell’alcol, per 5 giorni.

  3. 3. Trascorsi i 5 giorni, potrai notare che l’alcol ha assunto un colore giallo e le bucce sono diventate “croccanti”. A questo punto, prepara uno sciroppo. In una padella, quindi, metti l’acqua e lo zucchero previsti nella ricetta e porta tutto a 100º. Mescola bene, aiutandoti con una frusta da cucina. Appena lo sciroppo raggiunge la temperatura stabilita, spegni e metti a raffreddare.

  4. 4. Quando lo sciroppo avrà raggiunto la temperatura ambiente, uniscilo all’alcool con le scorze di limone. Amalgama bene la preparazione e copri nuovamente con della pellicola e con un canovaccio. Lascia, quindi, macerare per altri 5 giorni.

  5. 5. Trascorsi questi giorni puoi filtrare il limoncello e metterlo nelle bottiglie di vetro sterilizzate e conservarlo, meglio in freezer, per averlo sempre pronto. Non preoccuparti, la quantità di alcol farà in modo che il limoncello non congelerà. Per far stabilizzare meglio il sapore del liquore, ti consiglio di aspettare altri 10 giorni prima di consumarlo.

  6. Se questa ricetta ti è piaciuta, non dimenticare di seguirmi sulla mia pagina Facebook Franny’s Kitchen, su Instagram frannys_kitcken92 e su Twitter @FrannyBlogGZ .

/ 5
Grazie per aver votato!