Zuppa di verza

La zuppa di verza è un primo piatto caldo, gustoso e completo dal punto di vista nutrizionale ed è l’ideale per riscaldarsi durante la stagione fredda. La verza, anche conosciuta come cavolo verza, appartiene alla famiglia dei cavoli ed è una verdura ricca di sali minerali e vitamine. La ricetta si rivela essere ideale per fare il pieno di energia, oltre che per appagare il palato.

Ormai la preparo da anni e per questo devo ringraziare il Tesoretto della Cucina Italiana, libro dal quale ho tratto la ricetta. Vi assicuro, è talmente buona e gustosa che una volta preparata non potrete più farne a meno! Siete pronti a scoprire la ricetta della mia nuova bontà? Allora seguitemi!

zuppa-di-verza-verticale

 

Zuppa di verza

Ingredienti

3 cespi di verza;

200 ml di passata di pomodoro;

50 g di burro;

3 cucchiai di olio extravergine d’oliva;

2 spicchi di aglio;

3 l di brodo di carne;

Fette di pane fritto o infornato q.b.

Parmigiano grattugiato q.b.

Sale e pepe q.b.

Preparazione

Per prima cosa pulite i tre cespi di verza eliminando il torsolo e le prime foglie che solitamente sono sempre le più dure. Tagliateli a spicchi e lavateli bene sotto l’acqua corrente, dopodiché fateli ben scolare e una volta asciutti poneteli in una casseruola ampia insieme al burro, all’olio extravergine d’oliva e agli spicchi d’aglio puliti, che in seguito verranno tolti.

Non appena la verza avrà preso colore, unite il brodo di carne e regolate di sale e pepe. Portate tutto ad ebollizione e lasciate bollire la verza per almeno 1 ora. Trascorso questo tempo unite la passata di pomodoro che servirà semplicemente a dar colore al piatto e fate cuocere per una decina di minuti. Nel frattempo, preparate i crostini. Affettate il pane e friggetelo nel burro o bruschettatelo nel forno per una versione più leggera.

Trascorsi gli ultimi 10 minuti di cottura, spegnete il fuoco ed insaporite il tutto con una mancaiata di parmigiano grattugiato. Vi ricordo che se volete arricchire ulteriormente la zuppa, potrete aggiungere dei salamini trevisani, detti anche salamini della verzata, calcolandone uno a persona e proseguendo la cottura di altri 20 minuti.

Servite la zuppa di verza in tavola ben calda accompagnandola con i crostini di pane e buon appetito!

Torna alla HOME PAGE

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nuove ricette, clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK

Precedente Fagottini di pasta fillo con salmone e funghi Successivo Biscotti ricoperti al cioccolato

Lascia un commento