Crea sito

Vellutata di fave con gamberi e limone

La vellutata di fave con gamberi e limone è un antipasto semplice, goloso e raffinato da preparare in occasione di un pranzo o una cena speciali a base di pesce. Ho preparato questa ricetta perché sulla rivista di Giallo Zafferano del mese di aprile c’era un simpatico concorso che chiedeva di realizzare una ricetta con tre ingredienti di stagione, le fave, i gamberi e il limone.

Sapete che mi piacciono le sfide e così mi sono messa in gioco! La ricetta vincitrice sarà pubblicata sulla rivista del mese di maggio, che uscirà a breve in edicola! Mi raccomando non perdetela! Ma torniamo alla ricetta! Onestamente quando mi sono trovata davanti questi tre ingredienti non avevo la minima idea di come accostarli insieme! Le fave dal sapore deciso con il dolce dei gamberi e il profumo di limone… Mi sentivo letteralmente persa!

Per fortuna è arrivato il mio salvatore, alias il mio fidanzato che ormai sapete essere uno chef e mi ha detto: “Perchè non prepari una bella velluatata di fave con i gamberi avvolti nella pancetta rosolati a parte!” E come per magia, eccola qui in tutto il suo splendore! Come ho utilizzato il limone? L’ho semplicemente grattugiato per aromatizzare la vellutata.

Vi assicuro che queso piatto è di una leggerezza e di una bontà indescrivibile, ma dovrete provarla per capire quello di cui vi sto parlando! Curiosi di scoprire la mia nuova bontà? Seguitemi!

  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: Per 4 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 1 kg Gamberi
  • 300 g Fave
  • 300 g Patate
  • 200 g Pancetta arrotolata
  • 1 Cipollotto fresco
  • 1 Limoni (buccia)
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe
  • q.b. Olio di oliva

Preparazione

  1. La vellutata di fave con gamberi e limone è un antipasto semplice e raffinato da preparare. Si parte dalla pulizia dei gamberi, quindi si stacca la testa, ed insieme ad essa l’intestino. Successivamente si elimina tutto il carapace fino alla coda. È importante mantenere quest’ultima per avere un maggiore effetto scenico nel piatto finito!

  2. Dopo aver pulito tutti i gamberi, si prende la pancetta arrotolata e si taglia su un lato in modo da ottenere delle strisce lunghe da ogni fetta. Prendete una striscia di pancetta, avvolgetela intorno al corpo del gambero e mettetelo da parte. Procedete in questo modo fino ad esaurimento degli stessi.

  3. A questo punto passate alla preparazione della vellutata di fave. Sgusciate queste ultime ed eliminate l’escrescenza superiore, quindi estraetene i semi e raccoglieteli
    in una ciotola. Nel frattempo pelate le patate e pulite il cipollotto. In una pentola abbastanza capiente mettete a bollire dell’acqua e, non appena avrà raggiunto il punto di ebollizione, tuffatevi dentro le fave, le patate e il cipollotto.

  4. Lessate il tutto per circa 20 minuti, dopodichè versate tutto nel bicchiere di un frullatore
    e unite un mestolo scarso dell’acqua di cottura. Regolate di sale, pepe e olio extravergine d’oliva e frullate fino ad ottenere una crema liscia, densa ed omogenea. Aggiungete metà della scorza di limone grattugiata e mescolate bene in modo da farla ben aromatizzare.

  5. In una padella versate un filo d’olio extravergine d’oliva e, non appena sarà ben caldo,
    unite i gamberi avvolti nella pancetta. Fateli cuocere per un paio di minuti, quindi rigirateli sull’altro lato e proseguite la cottura sempre per un paio di minuti. L’esterno della pancetta dovra risultare ben abbrustolito. Spegnete il fuoco e procedete all’impiattamento.

  6. Versate la vellutata di fave nelle ciotoline individuali e disponete i gamberi sul bordo delle stesse. Completate con zest di limone e un giro di olio extravergine d’oliva. Servite la vellutata di fave con gamberi e limone in tavola e buon appetito!

I consigli di Franci

  • La vellutata di fave con gamberi e limone si serve in tavola sia calda che tiepida.
  • Se non volete utilizzare la pancetta, provate ad avvolgere i gamberi con del guanciale.
  • Personalmente vi sconsiglio la congelazione, ma se dovesse avanzarvi conservatela in frigo chiusa in un contenitore ermetico per un paio di giorni.

Torna alla HOME PAGE per scegliere fra le nuove ricette appena pubblicate

Se vuoi mantenerti sempre aggiornato sulle nuove ricette clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.