Crea sito

Tartufini al pandoro e mandorle

I tartufini al pandoro e mandorle sono dei dolcetti deliziosi, veloci e senza cottura che ho preparato con gli avanzi del pandoro fatto in casa da me. Questa è una ricetta del riciclo adatta proprio a non far sprecare il pandoro che, inevitabilmente, dopo un paio di giorni dall’apertura diventa secco.
L’ho sbriciolato bene in una ciotola e ho aggiunto delle mandorle tritate finemente, dello zucchero a velo e dulcis in fundo il mascarpone che mi ha aiutato a legare il resto degli ingredienti. Vi garantisco che sono spettacolari e ci metterete solo 10 minuti a prepararli e anche meno a divorarli.
Curiosi di scoprire come preparare la ricetta della mia nuova bontà? Seguitemi!

tartufini al pandoro e mandorle
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • PorzioniPer circa 20 tartufini
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 4 fettePandoro (avanzato)
  • 250 gMascarpone
  • 100 gFarina di mandorle
  • 50 gZucchero a velo
  • q.b.Latte (se necessario)

Strumenti

Ti serviranno anche

  • Ciotola
  • Cucchiaio di legno
  • Piatto

Preparazione

  1. Sbriciolate il pandoro avanzato in una ciotola e mettetelo da parte. In un’altra ciotola lavorate il mascarpone con un cucchiaio di legno fino a renderlo cremoso. Unite lo zucchero e continuate a lavorarlo bene.

  2. Ora unite anche la farina di mandorle e continuate a mescolare. A questo punto unite il pandoro sbriciolato e la fialetta di aroma alla mandorla. Mescolate molto bene il tutto fino a ottenere un composto ben amalgamato.

  3. Se dovesse essere troppo duro, unite un goccio di latte per ammorbidirlo e ottenere la giusta consistenza. Se dovesse essere troppo morbido, unite dell’altro pandoro sbriciolato o dell’altra farina di mandorle. Una volta che avrete ottenuto la giusta consistenza dell’impasto, formate delle palline del peso di circa 20 grammi l’una.

  4. Man mano che le formate, disponete su un piatto. Proseguite in questo modo fino a esaurimento del composto. Non appena avrete terminato, passate tutte le palline nella farina di mandorle e riponetele su un piatto da portata.

  5. Lasciatele riposare in frigorifero per circa 1 ora. Trascorso il tempo di riposo, servite i tartufini al pandoro e mandorle in tavola.

I consigli di Franci


·         I tartufini al pandoro e mandorle si conservano in frigorifero fino a 3 giorni al massimo.
·         Si sconsiglia la congelazione.
·         Possono essere arricchiti con delle gocce di cioccolato.
·         Se amate i liquori, provate a bagnare il composto con un goccio di amaretto.
·         Non perdetevi la ricetta dei TARTUFINI DI PANDORO AL TIRAMISÙ.

Se vuoi mantenerti sempre aggiornato sulle nuove ricette clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.