Crea sito

Piadina romagnola

La piadina romagnola è la regina dello street food italiano. Amata dagrandi e piccini, la piadina romagnola è da considerarsi una ricetta povera dalle origini molto antiche. È ottima farcita con qualsiasi tipo d’ingrediente, sia dolce sia salato.
La farcia più tradizionale è sicuramente quella a base di crudo, rucola e squacquerone, ma posso assicurarvi che anche farcita con della nutella, la piadina romagnola fa un gran figurone. Curiosi di scoprire come preparare la ricetta della mia nuova bontà? Seguitemi!

piadina romagnola
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura4 Minuti
  • PorzioniPer 13 piadine
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kgFarina 00
  • 250 gStrutto
  • 350 mlAcqua
  • 30 gSale

Strumenti

Ti serviranno anche

  • 1 Spianatoia in legno
  • 1 Mattarello in legno
  • 1 Crepiera

Preparazione

  1. Versate la farina su una spianatoia di legno, fate la fontana e unite lo strutto e il sale al centro. Iniziate a impastare il tutto con la punta delle dita fino a ottenere delle briciole.

  2. A questo punto rifate la fontana al centro e unite l’acqua a temperatura ambiente poco alla volta. Impastate bene tutti gli ingredienti fino a ottenere un impasto omogeneo. Coprite la palla ottenuta con un canovaccio da cucina ben pulito e lasciatela riposare per 30 minuti.

  3. In questo modo l’impasto tende a rilassarsi e sarà più facile lavorarlo in seguito. Trascorso questo primo tempo di riposo, formate un salsicciotto e da esso staccate dei pezzi di circa 120 grammi l’uno. Formate delle palline lavorando l’impasto fra le mani e riponetele sulla spianatoia.

  4. Lasciate riposare le palline per altri 30 minuti, avendo cura di coprirle con un canovaccio. Trascorso questo secondo tempo di riposo, tirate ogni pallina con il mattarello a uno spessore di circa 2-3 millimetri. Nel frattempo mettete a scaldare una piastra sul fuoco.

  5. Quando avrete terminato di stendere tutte le piadine, cuocetele sulla piastra calda. Vi occorreranno 2 minuti per lato. Durante la cottura la piadina romagnola tenderà a fare delle bolle. Non preoccupatevi se dovessero gonfiarsi troppo, bucherellatele con una forchetta.

  6. La piadina romagnola dovrà essere leggermente dorata su entrambe i lati. Una volta che avrete terminato, farcite la piadina romagnola come più preferite.

I consigli di Franci

·         La piadina romagnola si conserva in frigorifero, ben chiusa in un contenitore ermetico per un massimo di 2 giorni.

·         Possono essere congelate dopo averle cotte e scongelate all’occorrenza.

·         La classica piadina romagnola è preparata con lo strutto, ma se volete sostituirlo potete usare 160 ml di olio extravergine d’oliva.

·         Se volete ottenere delle piadine più morbide, sostituite l’acqua con il latte.

·         Non perdetevi la ricetta delle PIADINE CON ESUBERO DI LIEVITO MADRE.

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nuove ricette, clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.