Crea sito

Panettone

Il panettone è uno dei dolci natalizi, insieme al pandoro, tanto buono e goloso al punto che non manca mai sulla tavola di tutti gli italiani. A differenza del pandoro che ha una forma a stella, il pandoro è caratteristico per la sua forma a cupola, quasi come se fosse un gigantesco muffin.

Si parte da un impasto a base di ingredienti molto semplici e genuini come la farina, le uova, lo zucchero ecc.. Vi assicuro che immaginavo fosse una preparazione complicata e mai mi ero sognata di cimentarmi in tale lavoro, fino a quando ho deciso di affrontare questa sfida e di provarci.

Quello che a prima vista potrebbe spaventarvi sono sicuramente i tempi di lievitazione abbastanza lunghi, ma una volta superato questo scoglio è fatta! Nonostante abbia utilizzato il lievito di birra, per ottenere il mio panettone ci sono voluti due giorni. Ho iniziato la preparazione della biga il venerdì e ho infornato domenica pomeriggio.

Chiaramente se desiderate preparare il panettone con il lievito madre, i tempi di lievitazione si allungheranno ulteriormente. Siete pronti per scoprire la preparazione di questa bontà natalizia? Seguitemi!

Panettone verticale

Panettone

Ingredienti per la biga

100 g. di farina manitoba;

6 g. di lievito di birra;

1 cucchiaino di miele;

60 ml. di latte tiepido.

Per l’impasto

350 g. di farina 00;

50 g. di farina manitoba;

6 g. di lievito di birra;

4 uova intere;

3 tuorli;

160 g. di zucchero;

160 g. di burro;

Scorza di 1 limone grattugiata;

40 g. di arancia candita;

40 g. di cedro candito;

120 g. di uva passa;

1 bacca di vaniglia;

5 g. di sale.

Preparazione

Per prima cosa preparate la biga, quindi in una ciotola versate la farina manitoba insieme al lievito e al miele sciolti nel latte tiepido. Impastate il tutto fino ad ottenere una pallina liscia e omogenea. Ponetela in una ciotola, copritela con pellicola e lasciatela lievitare per circa 1 ora in forno spento con luce accesa. Trascorso questo tempo, prendete la ciotola e ponetela in frigo. Fate riposare la biga per tutta la notte.

Trascorso il primo tempo di riposo in frigo, togliete la ciotola e fate riposare ulteriormente la biga per 2 ore a temperatura ambiente. Trascorso questo secondo tempo di riposo, ponetela nella ciotola della planetaria. Pesate la farina manitoba e la farina 00 in un’unica ciotola e versatene solo 200 g. all’interno della planetaria. Unite anche 6 g. di lievito, 60 g. di zucchero, 2 uova intere e azionate la planetaria lavorando l’impasto con il gancio.

Quando l’impasto sarà ben incordato al gancio e risulterà essere ben omogeneo, unite 60 g. di burro morbido. Abbiate l’accortezza di aggiungerne un pezzetto alla volta e fatelo assorbire prima di aggiungere il successivo. Quando avrete unito tutto il burro e quest’ultimo sarà completamente assorbito e l’impasto sarà ben incordato al gancio, versate l’impasto su una spianatoia e cercate di dargli una forma quanto più possibile rotonda.

Ponete l’impasto in una ciotola a lievitare coperto con pellicola per circa 2 ore. Potete lasciare la ciotola a temperatura ambiente in un luogo caldo e asciutto o nel forno spento con luce accesa. Trascorso questo tempo, ponete la ciotola in frigo per tutta la notte, ovvero circa 12 ore.

Trascorso quest’altro tempo di lievitazione, togliete la ciotola dal frigo e lasciatela a temperatura ambiente per circa 2 ore. Nel frattempo sciacquate l’uvetta sotto l’acqua corrente e successivamente mettetela in ammollo. Grattugiate finemente la scorza di un limone e, se avete acquistato il cedro e l’arancia candita interi, riduceteli a cubetti.

Riprendete l’impasto lievitato e ponetelo nuovamente nella planetaria. Unite i semi della bacca di vaniglia, la farina rimanente, le ultime due uova intere e i 3 tuorli. Azionate la planetaria e impastate tutto con il gancio. In fase di lavorazione aggiungete la scorza del limone, la dose rimanente di zucchero, il sale e la dose rimanente di burro morbido, sempre osservando l’accortezza di unirlo un pezzetto alla volta e facendo assorbire il pezzo precedente prima di aggiungere il successivo.

In ultimo unite l’uvetta ben scolata e strizzata, l’arancia e il cedro canditi a cubetti. Una volta che l’impasto sarà ben incordato al gancio trasferitelo su una spianatoia e formate una palla, quindi ponetelo in una ciotola, copritela con pellicola per alimenti e lasciate lievitare in forno spento con luce accesa per circa 2 ore.

Trascorso questo tempo. l’impasto avrà raddoppiato il suo volume quindi rovesciatelo nuovamente sulla spianatoia, stendetelo leggermente e formate delle pieghe in modo da ottenere una forma rotonda quanto più regolare possibile.

Ponete l’impasto in uno stampo per panettone imburrato e foderato di carta forno. Se possedete uno stampo in silicone come me potrete saltare questo passaggio. Lasciate lievitare coperto da pellicola in forno spento con luce accesa fino a che il panettone non raggiunge il bordo dello stampo. In questi casi i tempi di lievitazione dipendono molto dalla temperatura interna.

Possono occorrere 2 ore, come circa 5 nel mio caso specifico. Quando la lievitazione sarà completata toglietelo fuori dal forno e preriscaldate lo stesso a 200°. Una volta raggiunta la temperatura infornate il panettone per circa 15 minuti. Trascorso questo tempo abbassate la temperatura a 190° e lasciatelo dentro per altri 15 minuti.

Trascorso questo secondo tempo di cottura abbassate nuovamente la temperatura a 180° e proseguite per altri 20 minuti. Sfornatelo e fatelo raffreddare, quindi sformatelo e servite il panettone con una spolverata di zucchero a velo e in accompagnamento a creme di vario tipo.

Panettone orizzontale

Se vuoi mantenerti sempre aggiornato sulle nuove ricette clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK

2 Risposte a “Panettone”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.