Crea sito

Migliaccio napoletano

Conoscete il migliaccio napoletano? Credo proprio di sì, perché è il dolce di Carnevale tipico di Napoli più goloso che ci sia. Si tratta di una torta cotta al forno a base di semolino cotto nel latte, ricotta e uova. Io non lo avevo mai provato prima e quest’anno mi sono finalmente decisa a prepararlo. Sapete ben che sono una golosona e, nonostante non avessi mai provato questo dolce, mi è piaciuto proprio tanto.

Le sue origini sono molto antiche e si narra che anticamente per la sua preparazione era utilizzato proprio il miglio, da qui il nome del dolce! Oggi, invece, si tende ad usare il semolino nella maggior parte delle ricette ed io ho utilizzato proprio questo ingrediente, anche se conoscendo la storia credo fermamente che ci sia ancora qualche massaia napoletana che è rimasta legata alle tradizioni e lo prepara alla vecchia maniera.

Come per il berlingozzo, anche stavolta ringrazio il sito Ricette della Nonna per la ricetta! Tanto semplice da preparare, il migliaccio è un dolce che vi conquisterà al primo assaggio. Vuoi per il metodo di preparazione, vuoi per la consistenza, non appena l’ho assaggiato mi ha subito riportato alla memoria il gusto della pastiera che, seppur diversa, è preparata con il grano e la ricotta.

Curiosi di scoprire come preparare la ricetta della mia nuova bontà? Seguitemi!

  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 1 Ora
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: Per una tortiera di 22 cm di diametro
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 200 g Semolino
  • 500 ml Latte
  • 500 ml Acqua
  • 350 g Ricotta
  • 4 Uova
  • 2 bacche Vaniglia
  • 250 g Zucchero
  • 40 g Burro
  • 1 Scorza di limone (grattugiata)

Preparazione

  1. In una pentola dai bordi alti versate l’acqua, il burro, il latte e la buccia di limone grattugiata. Portate il tutto a bollore e, non appena l’acqua bollirà, versate il semolino a pioggia e mescolate continuamente facendolo cuocere per un paio di minuti circa.

  2. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. In una ciotola a parte montate le uova con lo zucchero e, in seguito, unite la ricotta e i semi delle bacche di vaniglia. Non appena il semolino si sarà raffreddato, unitelo al composto di ricotta e lavorate bene il tutto fino a farlo ben amalgamare al resto degli ingredienti.

  3. Imburrate e foderate con della carta forno uno stampo da 22 centimetri di diametro e versatevi il composto all’interno, quindi infornate il dolce in forno preriscaldato a 180° per circa 1 ora o comunque fino a che quando la superficie non sarà ben dorata.

  4. Sfornate il dolce e lasciatelo raffreddare, quindi sformatelo e a piacere spolveratelo di zucchero a velo. Servite il migliaccio napoletano in tavola ben freddo e buon Carnevale.

  5. migliaccio napoletano

I consigli di Franci

  • Il migliaccio napoletano si conserva per 2-3 giorni al massimo.
  • Nella videoricetta ho dimezzato le dosi per ottenere un migliaccio più piccolo da cuocere in uno stampo di 18 centimetri di diametro.
  • Si sconsigli la congelazione.
  • Non perdetevi le ricette della POLENTA DOLCE FRITTA, delle CHIACCHIERE, delle CHIACCHIERE ALLA PANNA e delle GRAFFE DI CARNEVALE.

GUARDA ANCHE LA VIDEORICETTA

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nuove ricette, clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK 

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.