Involtini di verza

Gli involtini di verza, contrariamente a quanto si possa pensare dato il loro ripieno, costituiscono un antipasto o un secondo piatto molto gustoso. Oggi, secondo il calendario del cibo italiano, si celebra la giornata nazionale degli involtini con la verza.

Sono sincera quando vi dico che io non li avevo mai preparati prima e nemmeno mai mangiati e per questo devo ringraziare l’AIFB (Associazione Italiana Food Blogger). Grazie a questa bella iniziativa nella quale ogni giorno dell’anno è dedicato a un ingrediente specifico, mi sto mettendo alla prova con nuove ricette tutte molto buone.

Gli involtini di verza vanno sicuramente serviti durante la stagione invernale, sia per la stagionalità dell’ortaggio, sia perché un piatto così pesante non lo sopporteremmo certo d’estate. Ho scelto di preparare una fra le versioni più classiche dal momento che non li avevo mai assaggiati.

Seguitemi per scoprire la ricetta della mia nuova bontà!

Involtini di verza verticale

Involtini di verza

Ingredienti

200 g. di verza + 12 foglie grandi per gli involtini;

300 g. di riso;

400 g. di salsiccia;

1 bicchiere di vino bianco;

1 carota;

1 cipolla;

1 costa di sedano;

4 cucchiai di olio extravergine d’oliva;

80 g. di burro;

100 g. di parmigiano grattugiato;

1 l. di brodo vegetale;

Sale e pepe q.b.

Preparazione

Per prima cosa mettere dell’acqua in una pentola abbastanza capiente, salatela e portatela a bollore. Prendete la verza e staccate le 12 foglie esterne molto delicatamente e facendo attenzione a non romperle in quanto vi serviranno da involucro. Eliminate la parte centrale che risulta essere più dura e fatele sbollentare per un paio di minuti.

Scolatele e mettetele da parte. Dal resto della verza prendete le foglie più tenere e tagliatele finemente. A parte sgranate la salsiccia e mettetela da parte. In un tegame far sciogliere il burro insieme all’olio extravergine d’oliva e quando sarà ben caldo, unite un trito molto fine di carota, cipolla e sedano.

Fate appassire il soffritto per almeno 10 minuti e successivamente versate il riso all’interno e lasciatelo tostare per almeno 3 minuti. Sfumate tutto con il vino bianco e unite la salsiccia sbriciolata lasciandola rosolare in modo che prenda colore. Mescolate il tutto con un cucchiaio di legno e unite un po’ di brodo vegetale e la verza precedentemente tagliata finemente.

Regolate di sale e pepe e cuocete il riso unendo a poco a poco il brodo. Quando il riso sarà cotto, spegnete il fuoco e unite il parmigiano grattugiato mescolando per farlo ben assorbire. A questo punto prendete una foglia di verza ben aperta e mettete al centro un cucchiaio di risotto. Chiudete l’involtino e riponetelo con la chiusura verso il basso, in una pirofila con un filo d’olio extravergine d’oliva e un po’ di brodo vegetale.

Procedete in questo modo fino al termine degli ingredienti. Una volta che avrete riempito la pirofila, cospargete con il burro fuso e parmigiano grattugiato. Infornate in forno ben caldo a 200° per circa 15 minuti e terminate la cottura facendoli gratinare sotto al grill per circa 5 minuti.

Sfornate e lasciate riposare almeno 10 minuti, dopodiché servite gli involtini di verza.

Involtini di verza orizzontale

Se vuoi mantenerti sempre aggiornato sulle nuove ricette clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK

 

 

Precedente Cavatelli con pesto funghi e pancetta Successivo Bastoncini di riso al salto

8 commenti su “Involtini di verza

  1. Non li avevi mai mangiati? E non li hai trovati meravigliosi? Io li adoro veramente tanto e se non fosse così laborioso prepararli, me li farei spesso e volentieri.
    Grazie per questo bel contributo. Un abbraccione, Pat

    • Francesca Lucisano il said:

      Siiiii mai assaggiati prima e sono veramente super meravigliosi 🙂 È vero che si mangerebbero sempre ed è vero anche che sono laboriosi 🙂

  2. Giorgia il said:

    Ma va là che non sono pesanti 🙂 Scherzi a parte, da servire in invero e concedersi qualche ora prima di svolgere qualunque attività o coricarsi…
    Che delizia però…

    • Francesca Lucisano il said:

      Si veramente…. da buona calabrese mai avrei pensato di fare questo piatto e invece grazie a questa iniziativa l’ho fatto e ho scoperto una bontà incredibile 🙂

  3. questo calendario è un grandissimo progetto anche perchè ci sono soci come te che lo sostengono con tutto questo entusiasmo. Dal risultato, sembri una consumata preparatrice di involtini di verza, perchè sono davvero perfetti. complimenti!

Lascia un commento