Crea sito

Impasto pizza di Gabriele Bonci

L’impasto pizza di Gabriele Bonci è un lievitato favoloso e super soffice ad alta idratazione e a lunga lievitazione. Per preparare l’impasto pizza Bonci, infatti, si usa pochissimo lievito e si lascia l’impasto in frigorifero a maturare per 24 ore.
Il metodo Bonci è davvero favoloso per ottenere in casa un impasto per pizza in teglia facile, senza impastare a lungo. Grazie alla sua elevata idratazione, la ricetta dell’impasto pizza Bonci può essere lavorata con un semplice cucchiaio direttamente in ciotola
Il risultato di questo impasto? Semplicemente straordinario! Quando vedrete la ciotola piena d’impasto lievitato e con le bolle, sentirete una soddisfazione enorme dentro! Nel mio impasto le bolle non sono perfettamente visibili poiché ho usato una farina di semola, ma se usate una farina tipo 0 come consigliato dal maestro Bonci, il risultato vi stupirà!
Curiosi di scoprire come preparare la ricetta della mia nuova bontà? Seguitemi!

impasto pizza di gabriele bonci
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo1 Giorno
  • PorzioniPer una teglia di 30×40 cm
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gfarina di semola di grano duro rimacinata
  • 400 mlacqua
  • 20 mlolio extravergine d’oliva
  • 10 gsale
  • 3 glievito di birra fresco

Strumenti

Ti serviranno anche

  • 1 Ciotola
  • 1 Cucchiaio
  • 1 Spianatoia

Preparazione

  1. Prima d’iniziare l’impasto dovrete regolarvi con i tempi. Io ho impastato il sabato mattina, perché sapevo di volerla mangiare domenica a pranzo.

  2. Versate la farina in una ciotola, quindi unite metà dell’acqua prevista e il lievito di birra sbriciolato. Iniziate a mescolare il tutto con un cucchiaio, quindi unite il resto dell’acqua e l’olio extravergine d’oliva.

  3. Mescolate leggermente, quindi unite il sale e completate l’impasto incorporando tutta la farina. L’impasto sarà molto morbido e appiccicoso, ma non abbiate paura perché è normale.

  4. Coprite la ciotola con un canovaccio pulito e lasciate riposare l’impasto per 15 minuti. Trascorso questo tempo, infarinate la spianatoia e rovesciatevi l’impasto sopra. A questo punto fate le pieghe. Questo passaggio è fondamentale per far incorporare aria all’impasto e far formare le classiche bolle.

  5. Allargate l’impasto con i polpastrelli sulla spianatoia e formate un piccolo rettangolo. Aiutandovi con un tarocco portate il lembo destro al centro. Eseguite la stessa operazione con il lembo sinistro. A questo punto piegate il rettangolo ottenuto a metà e riponete il panetto ottenuto in una ciotola.

  6. Lasciate riposare l’impasto per 20 minuti, quindi ripetete le pieghe per altre 2 volte avendo cura di rispettare i tempi di riposo tra l’una e l’altra. Dopo aver eseguito l’ultima piega, ungete la ciotola con un filo d’olio extravergine d’oliva e riponetevi il panetto d’impasto all’interno.

  7. Coprite la ciotola con della pellicola trasparente e riponetela nella parte più bassa del frigorifero per 24 ore. L’impasto maturerà lentamente in frigorifero. Il mattino seguente, togliete la ciotola dal frigo e lasciate acclimatare l’impasto a temperatura ambiente per circa 1 ora.

  8. Trascorso questo tempo, spolverate la farina sulla spianatoia e rovesciate l’impasto. Con le mani leggermente unte, stendete l’impasto formando un rettangolo. A questo punto ungete una teglia di misure 30×40 cm con dell’olio extravergine d’oliva e passatevi il rettangolo appena steso all’interno.

  9. Continuate ad allargare l’impasto con i polpastrelli fino a ricoprire tutta la teglia. Ora lasciate lievitare la pizza in teglia per altre 2/3 ore. Trascorso questo tempo, l’impasto pizza di Gabriele Bonci è pronto per essere condito a piacere e cotto in forno alla massima temperatura (250°C) per 10 minuti e poi nel ripiano centrale per altri 10 minuti.

Per impastare io uso sempre la mia spianatoia in legno di betulla. La trovi in sconto su Amazon qui!

I consigli di Franci

·         L’impasto pizza di Gabriele Bonci è alto, soffice e digeribile. Dopo la cottura, la base risulta essere piacevolmente croccante.

·         Se avete problemi con i tempi, potrete lasciarla qualche ora in più a lievitare.

·         Se notate che l’impasto non ha fatto tante bolle, significa che la temperatura del frigo era troppo fredda. La temperatura ottima, infatti, si aggira intorno ai 4°C.

·         Il maestro Bonci consiglia l’utilizzo di una farina tipo 0, ma voi potrete preparare l’impasto anche con una farina di semola di grano duro rimacinata come ho fatto io, oppure con metà farina manitoba e metà farina 00.

·         Il lievito di birra fresco può essere sostituito dal lievito di birra secco. In quest’ultimo caso dovrete usarne solo 1 grammo.

·         Non perdetevi la ricetta della PIZZA BIANCA ROMANA e del PANE SENZA IMPASTO.

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nuove ricette, clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK e su INSTAGRAM.

4,7 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.