Cartellate pugliesi al miele

Le cartellate pugliesi al miele sono dei dolcetti fritti a forma di rosa che sono preparate in Puglia nel periodo natalizio. Mi ritrovo a scrivere questa ricetta sul mio blog perché la suocera di mio fratello ha origini baresi, e quest’anno ha preparato questo dolce per farcelo assaggiare.

Anche se non ho messo direttamente io le mani in pasta, posso assicurarvi che le ho messe sul vassoio perché sono buonissime e creano una vera e propria dipendenza. Lei le ha preparate sia al miele, sia al vincotto, ma io ho preferito fotografare solo la versione al miele perché sono quelle che mi hanno letteralmente conquistata.

Curiosi di scoprire come preparare la ricetta della mia nuova bontà? Seguitemi!

  • Difficoltà:Media
  • Preparazione:30 minuti
  • Cottura:10 minuti
  • Porzioni:Per circa 60 cartellate
  • Costo:Medio

Ingredienti

  • 500 g Farina 00
  • 100 ml Olio extravergine d’oliva
  • 100 ml Vino bianco
  • 50 ml Acqua (se necessaria)
  • 1 Scorza d’arancia (grattugiata)
  • 1 pizzico Sale
  • 400 g Miele di acacia
  • q.b. Olio di semi di girasole (per friggere)
  • q.b. Confettini colorati (per decorare)

Preparazione

  1. Versate la farina su una spianatoia di legno e fate la fontana al centro. Unite la scorza d’arancia grattugiata e, in seguito, l’olio extravergine d’oliva e il vino bianco. Iniziate a impastare il tutto, quindi unite un pizzico di sale e l’acqua poco alla volta fino a ottenere un composto omogeneo.

  2. Una volta ottenuto l’impasto, stendete le sfoglie aiutandovi con una sfogliatrice o con la nonna papera. Dalle sfoglie sottili ottenute, ricavate delle strisce di circa 20 centimetri di lunghezza con una rotella dentellata.

  3. Piegate ogni striscia a metà nel senso della lunghezza e pizzicatele con la punta delle dita, intervallando il movimento in modo da formare delle piccole conchette. Una volta che avrete eseguito quest’operazione, arrotolate le strisce pizzicate a spirale, unendo le conchette fra loro.

  4. Una volta che avrete terminato l’impasto e avrete ben disposto le cartellate su un piatto leggermente infarinato e ben distanziate fra loro, lasciatele riposare per circa 12 ore in modo che possano perdere l’umidità in eccesso prima della cottura.

  5. Trascorso il tempo di riposo, versate l’olio di semi di girasole in un pentolino profondo e portatelo alla giusta temperatura. Trascorso il tempo di riposo, versate l’olio di semi di girasole in un pentolino profondo e portatelo alla giusta temperatura. Friggete le cartellate in olio profondo fino a che non saranno ben dorate. Abbiate cura di rigirarle spesso con una schiumarola, in modo da farle dorare uniformemente.

  6. Togliete le cartellate dall’olio e riponetele su un vassoio rivestito di carta assorbente a testa in giù, in modo che possano perdere tutto l’olio in eccesso. Proseguite in questo modo fino a che non avrete terminato tutte le cartellate.

  7. Ora è il momento del passaggio più delicato, ovvero la glassatura al miele. Versate il miele in una pentola antiaderente e fatelo sciogliere. Non appena sentirete il suo profumo, immergetevi 2-3 cartellate per volta a testa in giù.

  8. Basterà un gira e volta nel miele e potrete disporre le cartellate sul vassoio in cui le servirete. Decorate la superficie con dei confettini colorati e servite le cartellate pugliesi al miele in tavola.

  9. cartellate pugliesi al miele

I consigli di Franci

  • Le cartellate pugliesi al miele si conservano per 15-20 giorni in dispensa.
  • Si sconsiglia la congelazione.
  • Possono essere preparate anche col vincotto.
  • Se volete evitare la frittura, cuocetele in forno statico preriscaldato a 180°C per 20 minuti.
  • Non perdetevi la ricetta della PITTA NCHIUSA.

Se vuoi mantenerti sempre aggiornato sulle nuove ricette clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK

Precedente Falafel di lenticchie al forno Successivo Patate e carote in padella

Lascia un commento