Cannoli di sfoglia

I cannoli di sfoglia sono dei dolci golosissimi composti da un involucro croccante, dato appunto dalla pasta sfoglia, e da una morbida crema all’interno, che può essere una crema pasticcera, chantilly o diplomatica. Adesso vi chiederete: ” Ma chi te l’ha fatto fare di preparare questi dolci buonissimi si, ma molto lavorati?”

Ebbene, vi dico subito che da questo mese in poi parteciperò alle sfide mensili dell’MTChallenge, una gara fra blogger che si sfidano su temi mensili scelti dal vincitore/vincitrice del mese precedente. Questo mese è toccato ai buonissimi cannoli di sfoglia, per cui ringrazio Francesca del blog 121 gradi per la ricetta e per la spiegazione chiarissima della pasta sfoglia.

Oltre a una serie di regole culinarie per la gara, nella sfida di questo mese è prevista anche una dedica. E volete sapere a chi voglio dedicare questi cannoli di sfoglia? Semplicemente a me stessa, alla bambina golosona e disillusa che ero, alla donna che sono diventata, perchè nonostante le mille avversità della vita penso che con un buon dolce i problemi vengono messi un po’ da parte e possono essere affrontati meglio, e alla donna che sarò, magari una mamma che preparerà dei dolci per i propri bambini!

E dopo questa autodedica che ne dite di seguirmi e scoprire la ricetta della mia nuova bontà?

cannoli
  • Difficoltà:Alta
  • Preparazione:30 più tempi di riposo per ogni fase della sfoglia minuti
  • Cottura:20 minuti
  • Porzioni:Per 16 cannoli lunghi 5 centimetri
  • Costo:Medio

Ingredienti

Pasta sfoglia – Per il panetto di burro

  • 350 g Burro
  • 150 g Farina 00

Pasta sfoglia – Per il pestello

  • 350 g Farina 00
  • 150 g Burro
  • 10 g Sale
  • 50 ml Acqua (fredda)
  • 60 ml Vino bianco secco

Per le farciture

Per la finitura dei cannoli

  • 1 Uovo
  • q.b. Zucchero a velo

Preparazione

  1. Iniziamo la preparazione della pasta sfoglia dal panetto di burro. Prendete il burro freddo di frigorifero e amalgamatelo con la farina versata su una spianatoia di legno, fino a che non avrete ottenuto un impasto compatto. Ricordate che non va lavorato troppo a lungo. Dopo aver ottenuto il panetto della giusta consistenza, modellatelo fino ad ottenere la forma di un rettangolo. Avvolgetelo nella pellicola per alimenti e lasciatelo riposare in frigorifero per 1 ora e 30 minuti.

  2. Nel frattempo preparate il pestello. Versate la farina su una spianatoia e fate la fontana al centro. Unite il burro freddo a pezzi, l’acqua fredda con il sale sciolto dentro e il vino bianco. Lavorate il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo e non preoccupatevi se risulterà essere un po’ grezzo, perché si sistemerà con le lavorazioni successive. Avvolgete anche questo impasto nella pellicola per alimenti e ponetelo in frigo a riposare per 30 minuti.

  3. Trascorsi i tempi di riposo del pestello e del panetto di burro, riprendete quest’ultimo e stendetelo in una sfoglia rettangolare alta circa 1 centimetro aiutandovi con due fogli di carta forno per far si che non si attacchi, quindi stendete anche il pestello allo stesso spessore e sempre mantenendo una forma rettangolare. Adagiatevi la sfoglia di burro al centro. (Foto 1)

  4. cannoli

    A questo punto ripiegate i lembi laterali in modo da coprire il panetto di burro, ma senza sovrapporre la pasta. (Foto 2) È arrivato il momento di eseguire la prima piega a 3. Partendo dalla foto numero 2 portate verso il centro la parte superiore e, su di essa, sovrapponetevi la parte inferiore. (Foto 3)

  5. Stendete delicatamente la pasta con gli strati sovrapposti, avendo cura di spargere un po’ di farina sia sulla spianatoia che sulla sua superficie per non farla attaccare e, una volta stesa in forma rettangolare, procedete a realizzare la prima piega a 4, ribaltando la parte inferiore e la parte superiore verso il centro senza sovrappore le estremità, e richiudendo il tutto a libro. (Foto 4)

  6. Dopo aver eseguito la piega a 4, avvolgete la pasta nella pellicola per alimenti e riponetela in frigorifero, quindi fatela riposare per 45 minuti. Trascorso questo tempo, riprendete l’impasto e stendetelo a forma di rettangolo. Stendete la pasta sfoglia sempre nel solito verso, sempre in verticale e aggiustando via via in orizzontale in modo da allargarla.

  7. Dopo averla stesa eseguite nuovamente i giri necessari, quindi una piega a 3 e una piega a 4 come fatto in precedenza. Avvolgete la pasta nella pellicola e fate riposare in frigorifero per 30 minuti. Trascorso questo tempo, riprendete nuovamente la pasta, stendetela e procedete ad eseguire una piega a 3 e una a 4. Avvolgete in pellicola e ponete in frigorifero a riposare per altre 30 minuti.

  8. Una volta che avrete eseguito tutti i giri necessari, fatela riposare per un’altra ora in frigorifero, dopodiché la sfoglia sarà pronta per essere cotta. Vedete gli strati sottilissimi? (Foto 5) È arrivato il momento di dedicarci alla preparazione delle creme! Per farcire i miei cannoli io ho utilizzato due farciture classiche: la crema chantilly (cliccate QUI per la ricetta) e la crema diplomatica (cliccate QUI per la ricetta).

  9. cannoli

    Dopo aver preparato le creme, lasciatele in frigorifero fino al momento di utilizzarle. Ebbene si, siamo quasi arrivati alla fine! Prendete la pasta sfoglia e stendetela allo spessore di circa 1 centimetro. Dalla sfoglia stesa tagliate delle strisce larghe 1,5 centimetri. Prendete i cilindri d’acciaio che vi serviranno per dare la forma ai cannoli e arrotolatevi le strisce di pasta appena spennellate con un uovo sbattuto fino ad arrivare ad una lunghezza massima di 5 centimetri per cannolo.

  10. Una volta formati tutti i cannoli, lasciateli in frigorifero per circa 15 minuti in modo che possano stabilizzarsi, dopodiché ripredeteli, spennellateli con dell’uovo sbattutto e spolverateli con dello zucchero a velo. Infornate i cannoli di sfoglia in forno caldo a 190° per 20 minuti. Dovranno essere ben dorati in superficie, quindi regolatevi in base al vostro forno!

  11. cannoli

    Non appena i cannoli saranno cotti, sfornateli e lasciateli raffreddare. Una volta freddi, togliete delicatamente il cilindro di acciaio facendolo ruotare leggermente e facendo attenzione a non rompere il cannolo, quindi farcite i cannoli con le creme preparate, servendovi di un sac a poche.

  12. Per renderli ancora più golosi ho intinto i cannoli con la crema diplomatica nella farina di nocciole, mentre i cannoli ripieni di crema chantilly ho preferito intingerli nel cocco rapè. I cannoli di sfoglia sono finalmente pronti per essere gustati in tutta la loro bontà!

  13. cannoli

    Con questa ricetta partecipo all’MTChallenge numero 68, i Cannoli di Sfoglia di Francesca del blog 121 Gradi!

I consigli di Franci

  • I cannoli si sfoglia devono essere consumati in giornata una volta farciti, altrimenti il guscio di sfoglia di inumidirà e non risulterà essere più croccante.
  • Se volete conservarli più a lungo è sempre consigliabile isolarne l’interno. In pasticceria viene utilizzato il burro di cacao, mentre per noi che lavoriamo in casa andrà bene del cioccolato fuso temperato da spennellare all’interno dei cannoli.
  • Io ho impastato a mano la pasta sfoglia, ma per farlo potrete utilizzare una planetaria.
  • Il burro della pasta sfoglia deve essere di ottima qualità.
  • Nella pezzatura dei cannoli le strisce di pasta vengono solitamente spennellate appena con un uovo sbattuto in modo da garantire la stabilità della forma.
  • Io avevo dei cilindri di acciaio aperti su entrambe le estremità, pertanto ho optato per dei cannoli aperti su entrambi i lati. Se volete realizzare dei cannoli chiusi su un lato vi consiglio di comprare dei cilindri di acciaio a forma di cono.
  • Se lavorate la sfoglia in un ambiente molto caldo, allungate i tempi di riposo in frigorifero.
  • Non perderti la ricetta dei MINI CROISSANT SFOGLIATI CON LIEVITO MADRE e delle TRECCINE SFOGLIATE CON LA NUTELLA.

Torna alla HOME PAGE

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nuove ricette, clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK

Precedente Crema diplomatica Successivo Biscotti inzupposi alla cannella

6 commenti su “Cannoli di sfoglia

  1. Ciao Francesca, è un piacere conoscerti. Mi da una certa emozione pensare che la tua prima sfida sia proprio quella proposta da me, è una bella emozione. Hai realizzato dei cannoli invitanti, con una superficie bella dorata, dai gusti classici ed amatissimi, mi piace molto l’idea del cocco rapè.
    Brava e grazie.

Lascia un commento