Crea sito

Babà al rum

Il babà al rum è uno dei dolci più apprezzati al mondo, insieme ai buonissimi cannoli siciliani. Per molti versi, il babà è un dolce simile al gugelhupf che è un ciambellone dalla consistenza più asciutta. L’inzuppatura ha ovviato a questo problema migliorandone la consistenza al gusto.
La bagna al rum è quella più classica, ma se ne possono creare tantissime altre in base ai propri gusti. Un altro tipo di bagna che va per la maggiore è sicuramente quella al limoncello. In tempo antichi, il babà si gustava in vassoietti di cartone in piedi o seduti comodamente a tavola.
Per prepararli mi sono affidata alla ricetta di Giovanni, napoletano doc, sul sito di Giallozafferano. Curiosi di scoprire come preparare la ricetta della mia nuova bontà? Seguitemi!

babà al rum
  • DifficoltàAlta
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo4 Ore
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • PorzioniPer circa 25 babà
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per l’impasto

  • 12Uova (fredde di frigo)
  • 600 gFarina Manitoba
  • 10 gSale
  • 30 gZucchero
  • 200 gBurro (a temperatura ambiente)
  • 25 gLievito di birra fresco

Per la bagna al rum

  • 1.5 lAcqua
  • 600 gZucchero
  • 300 mlRum

Per guarnire

  • q.b.Panna fresca liquida (da montare)
  • q.b.Fragole

Strumenti

Ti serviranno anche

  • 25 Bicchierini per babà in alluminio
  • 1 Planetaria
  • 1 Leccarda da forno misura standard
  • Carta forno

Preparazione

  1. Versate la farina e il lievito di birra sbriciolato nella ciotola di una planetaria. Azionate il robot in modo da amalgamare bene gli ingredienti, quindi unite le uova fredde una alla volta. Non appena le uova saranno ben assorbite, unite lo zucchero e lasciatelo incorporare bene. Unite anche il sale e lavorate l’impasto per qualche minuto.

  2. In ultimo unite il burro a temperatura ambiente in piccoli fiocchetti. Ogni pezzetto di burro dev’essere ben assorbito prima di aggiungerne dell’altro. Lavorate ulteriormente l’impasto per circa 15 minuti, dopodiché spegnete la macchina e lasciate l’impasto nella ciotola della planetaria.

  3. Copritela con un foglio di pellicola per alimenti e mettete l’impasto a lievitare in luogo caldo per 3 ore. Trascorso questo tempo, imburrate bene gli stampini in alluminio. Riprendete l’impasto e sgonfiatelo delicatamente con una mano leggermente inumidita.

  4. Formate i babà porzionando l’impasto nei vari stampini, mantenendovi su un peso di circa 50-55 grammi l’uno. L’impasto andrà mozzato con la mano bagnata, proprio come solitamente si fa nella lavorazione delle mozzarelle.

  5. Quando avrete terminato, coprite gli stampini con un foglio di pellicola per alimenti e lasciate lievitare i babà fino a che non avranno raggiunto il bordo dello stampo. Vi occorrerà circa 1 ora. Trascorso questo tempo, cuocete i babà in forno statico preriscaldato a 200°C per 20 minuti. Teneteli separati in forno, altrimenti si attaccheranno.

  6. Trascorso il tempo di cottura, sfornateli e lasciateli intiepidire per almeno 10 minuti prima di sformarli. Dopo averli sformati, lasciateli asciugare all’aria. Quest’operazione richiederebbe tutta la notte per avere un risultato perfetto, ma se avete fretta basteranno anche un paio d’ore.

  7. Nel frattempo preparate la bagna al rum, quindi versate l’acqua in una pentola e unite lo zucchero. Mescolate a fiamma dolce fino a che lo zucchero non si sarà sciolto completamente. A questo punto spegnete il fuoco e unite il rum, quindi mescolate nuovamente in modo che i sapori possano ben amalgamarsi fra loro.

  8. Non appena la bagna avrà raggiunto la temperatura di 50°C, tuffatevi uno o due babà all’interno e rigirateli per bene facendoli inzuppare per un paio di minuti. Prelevateli e strizzateli delicatamente, quindi immergeteli nuovamente per farli inzuppare ancora.

  9. Ora avrete due strade davanti: non strizzare più il babà e lasciarlo pieno di bagna o strizzarlo leggermente in modo da eliminare l’eccesso. A mano a mano poneteli su una gratella a scolare e proseguite in questo modo fino a esaurimento dei dolci.

  10. I babà al rum sono pronti per essere gustati in tutta la loro bontà. Io ho dato un tocco in più decorandoli con panna montata e fragole, ma sono perfetti anche al naturale o con crema e amarene.

I consigli di Franci

·         I babà al rum si conservano per 2 giorni al massimo in frigorifero.

·         Si sconsiglia la congelazione.

·         Se non inzuppati, si conservano per un massimo di 10 giorni in una ciotola coperta da un canovaccio.

·         Per la lavorazione dell’impasto è fondamentale che le uova e il burro siano freddi, poiché la planetaria tende a scaldare l’impasto e potrebbero esserci difficoltà a incorporare tali ingredienti.

·         Se non amate il rum, potrete aromatizzare la bagna come più preferite.

·         Se volete lucidare i babà esternamente, preparate uno sciroppo preparato con una parte di bagna e della confettura di albicocche.

·         Non perdetevi la ricetta della PASTIERA NAPOLETANA.

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nuove ricette, clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.