Crea sito

Pesto al basilico.

Credo sia difficile resistere al pesto al basilico, per via del suo profumo della sua freschezza.
Servito accompagnando una pasta o semplicemente con un crostone di pane come antipasto, d’estate ha sempre un suo perché.
Il basilico è una pianta aromatica particolarmente profumata, ma viene usato con più frequenza nella cucina mediterranea e asiatica.
E molto semplice reperire una pianta di basilico soprattutto nei mesi estivi ,come altrettanto semplice farlo crescere in casa o nel terrazzo.Comprando una pianta ad una cifra veramente onesta, dovremo tenerla riparata con le radici sempre umide, tenendo recise le infiorescenze perché una volta cresciuta non dovremo fare altro che spostarla in un vaso più grande.
La scorsa estate sono stata molto fortunata e mi sono ritrovata con una quantità di basilico eccessiva, ho provato a fare il pesto ed il risultato è stato entusiasmante.
Di seguito la ricetta.

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Porzioni5/6
  • CucinaItaliana

Ingredienti:

  • 50 gfoglie di basilico
  • 100 mlOlio extravergine d’oliva
  • 100 gParmigiano Reggiano
  • 30 gPinoli
  • 20 gMandorle (facoltativo)
  • Mezzo spicchioAglio (facoltativo)
  • 5 gSale

Strumenti:

  • 1 Mortaio
  • in alternativa
  • 1 Mezzaluna
Il mortaio si usa inserendo a mano a mano un ingrediente per volta.
il pestello si usa per pestare da sinistra verso destra mentre la coppa va ruotata al contrario.Se usato correttamente il risultato è garantito, ma se non siete molto ferrate piuttosto di rinunciare ,sminuzzate con la mezza luna e amalgamate più finemente possibile tutti gli ingredienti.

Preparazione:


  1. Mortaio

    Per preservare la freschezza è sconsigliato lavare le foglie sotto l’acqua corrente, prendere un panno umido e passare delicatamente le foglie.L’alternativa è asciugarle accuratamente.

    Passare al mortaio l’aglio insieme al sale creando una crema, schiacciando con il pestello contro le pareti.

    Inserire il basilico e continuare a pestare fino a far quasi sciogliere le foglie .

    Pestare inserendo i pinoli e quando avremo ottenuto una composta omogenea, aggiungere le mandorle ,usare lo stesso procedimento.

    Aggiungere il parmiggiano e continuare a pestare.

    L’olio verrà inserito per ultimo, a filo e poco alla volta , come risultato dovremmo avere una salsa omogenea profumata e di un bellissimo verde acceso.

    Il nostro pesto finalmente è pronto.

Conservazione:

E’ consigliato conservare il pesto con 2/3 di olio nel vaso di vetro se si conserva in dispensa.

Se si conserva nel freezer(in contenitori di alluminio) è consigliato omettere il parmigiano nella ricetta e inserirlo una volta scongelato.

Se ti è piaciuta la mia ricetta clicca “mi piace” sulla mia pagina Facebook.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.