Crea sito

Panbauletto bicolore

Di panbauletti ne ho fatti a iosa, ma questa volta è un panbauletto bicolore e a doppia scacchiera.
Sono i preferiti in famiglia per la prima colazione o la merenda.
Questo panbauletto bicolore merita un posto speciale perchè abbastanza scenografico, oltre che buono.
La ricetta è abbastanza semplice e arriva dal blog di Lucia, che ringrazio sempre perchè molto esauistiva nelle sue spiegazioni.
Il panbauletto bicolore, prevede l’inserimento di cacao in una parte di impasto, nonchè una disposizione tale da creare l’effetto doppia scacchiera.
Il gusto ne guadagna (e a chi non piace il cioccolato?) e anche esteticamente, l’effetto è davvero delizioso.
Ma vediamo come preparare questo panbauletto bicolore.
Rispetto alla ricetta originale di Lucia, ho solo cambiato il tipo di farine, adottando quelle che avevo in casa.
Se vuoi altre ricette di panbauletti prova quello semplice,oppure quello  sofficissimo,

  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per uno stampo lungo 30 cm

  • 250 gFarina w350
  • 250 gFarina 0
  • 150 gLievito madre (rinfrescato)
  • 10 gLecitina di soia (sciolta in 120g di acqua)
  • 150 gLatte
  • 100 gZucchero
  • 8 gSale
  • 50 gOlio di semi (o in alternativa 80g di burro in pomata)

Per la parte al cacao

  • 15 gCacao amaro in polvere
  • 1 cucchiaioZucchero
  • 2 cucchiaiLatte
  • 1 cucchiaioFarina

Preparazione

  1. disposizione prima della lievitazione

    prima di cominciare, almeno un paio di ore prima mettere la lecitina nell’acqua per scioglierla, mescolando di tanto in tanto. 

    Nella ciotola della planetaria, versare l’acqua con la lecitina e il latte. Spezzare il lievito madre e cominciare a mescolare con la frusta finchè non sarà sciolto e avrà fatto la schiumetta.

    Aggiungere lo zucchero, unire quindi parte della farina e lasciare impastare (con la frusta a foglia) finchè non prende corda.

    Aggiungere il sale e la farina rimanente meno un paio di cucchiai. Incordare, ribaltando un paio di volte l’impasto.

    Aggiungere a filo l’olio (o il burro morbidino) cercando di non perdere l’incordatura. Inserire il gancio e completare l’impasto fino a che si presenta bello liscio.

    L’impasto finito peserà circa 1100 grammi. Metterne da parte 600gr. coprendolo a campana.

    In una ciotola mescolare il cacao con q.b di latte per ottenere una pastella densa, aggiungete lo zucchero e inseritela nella ciotola della planetaria aggiungendola alla parte di impasto colorandolo. Se lo richiede inserire un cucchiaio di farina.

    Sulla spianatoia dare un giro di pieghe a tre (foto esplicative), quindi procedere alla pirlatura arrotondando i due impasti. Lasciare riposare per circa 30/45 minuti.

    Mettere a lievitare i due impasti in ciotole coperte con pellicola o strofinaccio. Ci vorranno almeno un paio di ore(nel mio caso) 

    Raggiunta la lievitazione, staccare da ogni impasto 10 pezzi. per ogni pezzetto praticare un giro di pieghe a tre e una pirlatura. Adagiare ogni pallina alternandola nello stampo da plum cake, precedentemente oleato con olio di semi.

    Coprire con pellicola e aspettare che arrivino fino al bordo o anche oltre. Ci vorranno parecchie ore anche in base alla forza del lievito.

    Accendere il forno a 170 gradi ventilato (o 180 se statico) spennellare la superficie con un poco di latte, guarnire con granella di zucchero e infornare per circa 35 minuti.

    Sfornare e lasciarlo riposare per un poco, quindi estrarre delicatamente dallo stampo e lasciare raffreddare. 

    Si conserva in un sacchetto per alimenti ben chiuso.

    Buon appetito

     

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »