Crea sito

Ciuri rì cucuzza e tinniruma

Ricetta senza foto stavolta. O per lo meno vi faccio vedere quello che al momento offre l’orto gnomo di mammà. 🙂

tinniruma

I tinniruma (talli in italiano) sono le foglie più tenere della pianta di zucchina lunga che a Palermo vanno moltissimo d’estate.Certo mangiare una minestra in estate con 40gradi all’ombra non è il massimo del confort, ma ci può stare. Quella che trascrivo io è la versione “asciutta”…

Aglio a piacimento (e comunque non inferiore a 4 spicchi) tagliato a fettine o grattugiato (se siete fortunati possessori del rosso di Nubia ancora meglio) e soffritto in olio evo. Aggiungete dei pomodori pelati a pezzetti(diciamo che deve vedersi ma non è predominante) Sale e portate a cottura. Nel frattempo lessate i tenerumi, che avrete privato dei gambi,gettando via quelli più duri e averli lavati in acqua. Scolateli avendo cura di non buttare l’acqua che vi servirà per cuocerci la pasta. Tagliate a pezzetti i tenerumi e amalgamateli al sugo preparato. Lessate la pasta nell’acqua dei tenerumi. Condite con il sugo e pezzetti di caciocavallo.

6 Risposte a “Ciuri rì cucuzza e tinniruma”

  1. Ok Cinzietta,anche se io forse sono l'unica palermitana che non ha mai cucinato i tenerumi,tu me ne hai fatto venire la voglia,ti saluto e ti auguro un buon fine settimana

  2. Ho scoperto da poco che i gambi e le foglie tenere delle piante di zucchine sono edibili…peccato abitare in città e non avere un orto!

  3. Cinzietta, innanzitutto complimenti per il menu della festa di laurea. Collegandomi poco, vedo i post tutti insieme. Non conoscevo la versione asciutta della pasta con i tenerumi (grazie per la traduzione in italiano che sconoscevo) e comunque, anche se non ti vedo con costanza ti peenso sempre e ti ho riservato un premio. Vienilo a ritirare da me!
    baci
    Stefania

  4. Domanda: ma tinniruma non sono le zucchine lunghe tipiche siciliane? Le cui foglie tenere vengono usate per la minestra?

  5. Cinzietta che buoni i tinnrumi. Qui la zucchina lunga si trova, ma loro.
    Non so cosa darei per una minestra coi tinnirumi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »