Zuppa di orzo con zucca e funghi

La zuppa di orzo con zucca e funghi è un piatto semplice, gustoso, leggero e appagante: scalda il cuore col suo gusto avvolgente e anche lo spirito.Zuppa di orzo con zucca e funghi

Zuppa di orzo con zucca e funghi

Ingredienti per 2 persone:

  • 160 g orzo perlato
  • 4 cucchiai di olio
  • 500 g zucca
  • 200 g funghi pioppini
  • 2 foglie di alloro
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • acqua calda q.b.
  • 1 pizzico di paprika dolce
  • prezzemolo fresco q.b.

Per preparare la zuppa di orzo con zucca e funghi per prima cosa pulite la zucca: eliminate la buccia, eliminate i filamenti interni e i semi e lavatela. A questo punto, tagliatela a cubetti da 2 cm di lato e mettetela in padella con olio, sale, paprika e 2 foglie di alloro. Accendete la fiamma e fate andare a fuoco vivo per qualche minuto. Poi abbassatela, aggiungete dell’acqua calda e coprite. Occupatevi poi della pulizia dei funghi pioppini: eliminate le radici terrose, lavate accuratamente e tenete da parte. A metà cottura, aggiungete alla zucca anche i funghi pioppini e, se serve, aiutatevi ancora con dell’acqua calda.

Comprate del buon orzo perlato: io compro sempre quello che non ha bisogno di stare in ammollo per ore e ore.

Una volta che la zucca si sarà ammorbidita, aggiungete l’orzo e cuocete rispettando i tempi di cottura riportati sulla vostra confezione. Aiutatevi con dell’acqua calda e, se vi piace, potete aggiungere anche un po’ di dado sbriciolato (se lo fate in casa è meglio).

La zuppa di orzo e zucca non deve essere completamente asciutta, per cui aggiungete acqua abbondante. A fine cottura spolverizzate con un po’ di prezzemolo tritato e poi servite. Buon appetito!

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirmi sulla mia pagina Facebook FORNO E FORNELLI per restare sempre aggiornato su novità e quant’altro.

Vuoi ricevere comodamente le tutte le ricette sulla tua posta elettronica? Iscriviti alla NEWSLETTER DI FORNO E FORNELLI, è gratuita! Clicca e procedi: vai al form di iscrizione.

 
Precedente Pasta alla marinara, la ricetta sognata di Valeria Successivo Namelaka al caffè, crema senza uova

Lascia un commento