Taralli alla ‘nduja

I taralli alla ‘nduja sono uno stuzzichino semplice e moto buono. Non necessitano di lievitazione, ma vi lascio alcuni accorgimenti per realizzare un prodotto ottimo e fatto con le vostre mani, perfetto da sgranocchiare a tutte le ore del giorno, ma anche per aperitivi e cenette tra amici. La ‘nduja, per chi non lo sapesse, è un salume “spalmabile” tipico calabrese, si trova in commercio sia in versione piccantissima che dolce, sia classico che affumicato, sta a voi scegliere come preferite. le dosi nella ricetta non cambiano, io ho usato una ‘nduja piccante. Buona lettura!

Taralli alla 'nduja
  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: bollitura 3 minuti + forno 40 minuti Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: circa 70 taralli alla 'nduja
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 500 g farina 0 (più altra se serve)
  • 2 cucchiai 'nduja
  • 100 ml Olio extravergine d'oliva
  • 200 ml Vino bianco secco
  • 2 cucchiaini pepe rosso macinato (per dare colore)
  • 8 g Sale

Preparazione

  1. Per preparare i taralli alla ‘nduja come prima cosa setaccia la farina in una ciotola capiente e mescolala alla ‘nduja, lavorando con le mani.

  2. Aggiungi anche il pepe rosso macinato (serve solo per dare colore, se non lo trovi puoi ometterlo) e il sale. Comincia ad aggiungere, sempre lavorando a mano, i due liquidi, olio e vino, lentamente. Incorpora tutto e poi sposta la massa ottenuta sulla spianatoia di legno.

  3. Lavora solo qualche minuto, fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo. Se l’impasto è appiccicoso (dipende dall’assorbenza della tua farina), spolvera la spianatoia con altra farina, fino a che l’impasto non sarà più appiccicoso. Lascia riposare 10 minuti, coprendo il panetto di impasto con un canovaccio pulito.

  4. Passa alla formatura dei taralli: pesa delle palline di 10 g l’una, stendile fino a formare un rotolino lungo 8 cm e forma il tarallo unendo le due estremità. Forma tutti i taralli e poggiali su un canovaccio steso su un piano e infarinato.

  5. Fai bollire dell’acqua in una pentola e cala 8-10 taralli alla volta; prelevali dall’acqua non appena salgono a galla. Poggiali di nuovo sul canovaccio e falli asciugare. Più si asciugano e più diventano lucidi e croccanti in cottura.

  6. Sistemali sulla leccarda del forno e cuocili in forno statico preriscaldato a 200°C per 40 minuti, devono risultare ben dorati. Fai raffreddare e conservali in buste alimentari. Buon appetito!

Note

RESTIAMO IN CONTATTO!
FACEBOOK: pagina ufficiale
PINTEREST: tutte le mia bacheche
YOUTUBE: tutte le mie video ricette
INSTAGRAM: foto e vita e di tutti i giorni

Se vuoi ricevere tutte le mie ricette iscriviti alla NEWSLETTER, è gratuita: vai al form di iscrizione.

Precedente Dolci di Pasqua facili e tradizionali Successivo Rose del deserto

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.