Pesto alla genovese fatto in casa

Il pesto alla genovese, un pesto fatto solo con basilico e pochi altri semplici ingredienti, è uno dei miei condimenti per la pasta preferito, ma lo adoro anche sui crostini, nel riso, nel cous cous, etc. È molto semplice da preparare, anche se la MIA ricetta non è quella ORIGINALE genovese, per la quale si utilizza un pestello in marmo (prima che vi arrabbiate). Lo faccio così da sempre, e lo conservo come vi descrivo nella ricetta. Siccome lo adoro, vi consiglio anche di dare uno sguardo all’interessante articolo di Bressanini sull’argomento.

pesto alla genovese
  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • 1 mazzetto basilico
  • mezzo spicchio Aglio (piccolo)
  • Sale
  • 100 ml Olio extravergine d’oliva
  • 20 g pinoli
  • q.b. formaggio tipo parmigiano reggiano
  • q.b. formaggio tipo pecorino romano

Preparazione

  1. Per preparare il pesto alla genovese fate a foglie il basilico, volevo fare una piccola premessa: usate foglie piccole di basilico e seguite passo passo quello che andrò a descrivervi nella ricetta, il risultato è assicurato.

  2. Lavate le foglie una a una a asciugatele bene. In un frullatore munito di lama di plastica o in ceramica, per evitare che il basilico sia amaro, mettete le foglie sul fondo, poi unite i due tipi di formaggio, i pinoli, l’aglio e azionate il motore: frullate a impulsi, non di continuo. Aggiungete ora a filo l’olio e fermatevi quando la consistenza del vostro basilico sarà cremosa ma non liscia. A me piace che si sentano i pezzetti di basilico e di pinoli sotto i denti.

  3. Regolate di sale e scegliete come conservarlo. Se lo lasciate in frigo, dovrete conservarlo in un barattolo a chiusura ermetica, come quello che vedete in foto, per massimo 3 giorni.

  4. Oppure vi svelo la mia tecnica per avere il pesto a disposizione per lunghi periodi. È questa: congelo il pesto alla genovese nelle forme per il ghiaccio, una volta congelato metto i cubetti nelle buste per congelare e lo tengo in freezer fino a 1 anno, giusto il tempo di rifarlo l’anno successivo. Per usarlo non serve scongelarlo: basta mettere 1-2 cubetti nel piatto prima di cuocere la pasta, poi versare la pasta calda sul pesto e mescolare. Se volete, potete anche farne porzioni più grandi di quelle di un cubetti usando i bicchierini di plastica piccoli.

Note

RESTIAMO IN CONTATTO!
FACEBOOK: pagina ufficiale
PINTEREST: tutte le mia bacheche
YOUTUBE: tutte le mie video ricette
INSTAGRAM: foto e vita e di tutti i giorni

Se vuoi ricevere tutte le mie ricette iscriviti alla NEWSLETTER, è gratuita: vai al form di iscrizione.

Senza categoria
Precedente Tiramisù alle fragole Successivo Pesto di fave, noto anche come marò

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.