Crea sito

Graffe con patate

Le graffe con patate sono dei dolci soffici soffici tipici del periodo di Carnevale. Le patate conferiscono all’impasto una morbidezza unica ed è un piacere mangiarle.
Scorri per scoprire la ricetta!

Sponsorizzato da Marchese Luigi ingrosso ortofrutticolo

  • DifficoltàMedia
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore 30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • PorzioniPer 18 graffe
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 350 gPatate lessate
  • 230 gFarina 0
  • 100 gFarina 00
  • 1Uovo
  • 4 gLievito di birra secco (oppure 12 g di lievito di birra fresco)
  • 30 gZucchero
  • 45 gBurro fuso
  • Scorza grattugiata di 1 limone
  • 1 cucchiaioLiquore
  • 1 pizzicoSale
  • q.b.Acqua
  • q.b.Olio di semi di arachidi
  • q.b.Zucchero (per decorare)

Strumenti

  • Ciotola
  • Spianatoia
  • Cucchiaio
  • Tarocco in metallo
  • Padella
  • Canovaccio
  • Pellicola per alimenti
  • Carta assorbente
  • Schiacciapatate

Preparazione

  1. Per preparare le graffe con patate, per prima cosa lessa le patate, fai la prova forchetta per capire quando sono cotte.

  2. Sbucciale quando sono ancora calde sotto un getto di acqua fredda.

  3. Schiaccia le patate con una schiacciapatate e raccogli la purea in una ciotola, fai intiepidire.

  4. Aggiungi alle patate la farina 0, la farina 00, il lievito, l’uovo, lo zucchero, il burro fuso, il liquore, la scorza grattugiata di limone e impasta.

  5. Aggiungi quindi il sale e continua ad impastare.

  6. Se capisci che non riesci ad incorporare omogeneamente tutti gli ingredienti, aggiungi dell’acqua, dipende tutto dall’umidità delle patate e dalla farina.

  7. Sposta l’impasto sulla spianatoia infarinata e continua ad lavorare, fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. L’impasto è molto morbido e leggermente appiccicoso, è normale che sia così quindi non serve aggiungere farina.

  8. Riponi l’impasto in una ciotola infarinata, copri con pellicola alimentare e fai lievitare nel forno spento fino al raddoppio del volume, possono passare dalle 2 alle 3 ore.

  9. Rovescia l’impasto lievitato sulla spianatoia infarinata e procedi con la formatura delle graffe.

  10. Taglia dei pezzi da 40 g, forma dei bigoli lunghi 15- 20 centimetri e chiudi formando una ciambella. Chiudi bene nel punto di unione per evitare che si aprano in cottura. Procedi così per tutto l’impasto.

  11. Copri le ciambelle con un canovaccio pulito e fai lievitare per 30 minuti.

  12. In una padella versa abbondante olio di semi di arachidi e fai riscaldare. Per capire quando friggere, immergi la punta di uno stecchino di legno, se attorno a questo si formano delle bollicine allora l’olio è alla giusta temperatura.

  13. Immergi 3-4 graffe alla volta, per non far abbassare di molto la temperatura dell’olio e cuoci 2-3 minuti per lato.

  14. Riponi le ciambelle su carta assorbente per eliminare l’eccesso d’olio.

  15. Quando sono ancora calde passale per bene nello zucchero semolato.

  16. Buon carnevale!

Conservazione

  1. Le graffe con patate sono superlative appena fatte o durante la giornata, ma si conservano per 2-3 giorni al massimo in un contenitore ermetico.

Consigli

  1. La scelta del liquore è a discrezione personale, io ho utilizzato un whisky, ma puoi sostituirlo con limoncello, grappa, liquore all’arancia etc. Non ometterlo è importante, tanto evapora e non c’è rischio per i bambini.

  2. Se non ti piace il limone puoi aromatizzarle all’arancia.

  3. L’olio di arachidi è quello indicato per via del suo punto di fumo più alto rispetto agli altri oli, ma puoi sostituirlo con l’olio di semi di mais o di girasole.

  4. Puoi impastare a mano o con il robot da cucina seguendo le stesse indicazioni.

RESTIAMO IN CONTATTO!

FACEBOOK: pagina ufficiale

PINTEREST: tutte le mia bacheche

YOUTUBE: tutte le mie video ricette

INSTAGRAM: foto e vita e di tutti i giorni

Se vuoi ricevere tutte le mie ricette iscriviti alla NEWSLETTER, è gratuita: vai al form di iscrizione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.