Carciofini sottolio fatti in casa

I carciofini sottolio sono una conserva che a casa mia non manca mai, ne prepariamo sempre in abbondanza perchè li adoriamo, sono molto semplici da fare e inoltre si conservano a lungo. Sono perfetti per antipasti, aperitivi, o semplicemente da mangiare così, in purezza. A voi la semplice ricetta, con tutti i consigli per la loro preparazione e la loro conservazione, per un risultato perfetto!

carciofini sottolio

Carciofini sottolio fatti in casa

Ingredienti:

  • Carciofi (quantità a scelta)
  • 2 parti di acqua
  • 1 parte di aceto
  • sale
  • olio extravergine di oliva
  • barattoli per conserve sterilizzati (uso da sempre questa tecnica)

Per preparare i carciofini sottolio per prima cosa dedicatevi alla pulizia dei carciofi: eliminate le fogli esterne più dure, spaccateli a metà e eliminate l’eventuale barbetta centrale. In questo articolo è tutto dettagliatamente spiegato.

Mentre li pulite, teneteli in acqua acidulata per evitare che anneriscano. E i gambi? NON BUTTATELI! Pulite anche quelli, sbucciandoli per eliminare le parti esterne filamentose e usateli per qualche altra ricetta 😉 (qui ne trovate a bizzeffe) 

In base alla quantità di carciofi che avete a disposizione, mettete in una pentola 2 parti di acqua e una di aceto (ad esempio 2 l di acqua e 1 l di aceto), portate a bollore, immergete i carciofi e fate bollire minimo 10 minuti dal momento in cui riprenderà il bollore, poi assaggiate: se i carciofi sono abbastanza morbidi, scolateli, altrimenti continuate la cottura fino a che non avrete ottenuto il grado di croccantezza desiderato (qui li preferiamo morbidi, per cui li facciamo bollire circa 20 minuti).

Distribuite i carciofi su un panno pulito e asciutto (su un tagliere, su una spianatoia, su grandi piatti rivestiti con panni puliti e asciutti), distanziandoli bene, e fate asciugare (minimo 12 ore).

Il giorno successivo sterilizzate i vostri barattoli (come spiegato sopra), mettete tutti i carciofini in una ciotola capiente, aggiustate di sale, mettete un po’ di olio e mescolate. Distribuiteli nei vasetti, pressando bene. Lasciate un dito di spazio dal bordo del vasetto e, quando avrete ultimato coi carciofini, riempite il vasetto di olio, facendo attenzione che si distribuisca bene senza fare bolle. Poggiate il coperchio sul vasetto, senza stringere e lasciate assestare per una notte. Se il giorno dopo il livello dell’olio non scende e non ci sono bolle, potete stringere bene e sigillare i vostri vasetti, e si conserveranno fino a un anno. Quando li aprite, controllate che la superficie dei carciofi sia coperta da olio, che l’olio non bolla e che non ci siano strani odori. Buon appetito!

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirmi sulla mia pagina Facebook FORNO E FORNELLI per restare sempre aggiornato su novità e quant’altro.

Vuoi ricevere comodamente le tutte le ricette sulla tua posta elettronica? Iscriviti alla NEWSLETTER DI FORNO E FORNELLI, è gratuita! Clicca e procedi: vai al form di iscrizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.