Cantucci, ricetta classica con le mandorle

I cantucci sono dei dolcetti con le mandorle tipici della regione Toscana, ma che oramai si conoscono in tutto lo stivale. Sono croccantissimi e molto semplici da preparare, e tradizionalmente si mangiano intingendoli nel vin santo, un vino liquoroso molto dolce e buono. L’accostamento è proprio perfetto, ma io li adoro con il tè: sono uno di quei peccati di gola che mi concedo spesso, per scaldare il lungo pomeriggio. Non fatevi spaventare dalle quantità: con questa ricetta si ottiene una discreta quantità di cantucci, che si possono conservare per lunghissimo tempo, anche 2 mesi, in latte per biscotti ben chiuse.

cantucci
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    20+10 minuti
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • 1 kg Farina 00
  • 90 ml Olio di oliva
  • 160 ml Latte parzialmente scremato
  • 5 Uova
  • 300 g Zucchero
  • 300 g mandorle spellate
  • 32 g Lievito in polvere per dolci
  • scorza di un limone biologico grattugiata

Preparazione

  1. Per preparare i cantucci, come prima cosa occupatevi delle mandorle. Se le comprate già spellate, allora dovrete solo spezzettarle grossolanamente e tenerle da parte. Se invece non trovate quelle spellate, dovrete procedere così: fate bollire abbondante acqua fredda, spegnete il fuoco e versate all’interno dell’acqua tutte le mandorle con la pellicina. Fate riposare 5 minuti e poi, con estrema cautela (per non bruciarvi) e pazienza, spellatele una a una. Asciugatele con un canovaccio pulito e spezzettatele grossolanamente. Tenete da parte.

  2. Setacciate la farina e procedete con l’impasto: potete impastare sia con la planetaria che a mano. Mettete insieme tutti gli ingredienti (farina, olio, latte, zucchero, uova, lievito, scorza di limone), escluse le mandorle, e lavorate fino a formare un composto omogeneo e compatto. In ultimo unite le mandorle e incorporatele all’impasto. Fate riposare 10 minuti.

  3. Dividete il vostro impasto in 8 panetti e formate dei filoncini larghi 3 dita, alti 1 dito e lunghi quanto il lato corto della vostra leccarda. Disponete 4 filoncini sulla leccarda del forno distanziandoli per bene (dovrete fare minimo 2 infornate). L’ideale per procedere spediti è avere 2 leccarde da forno, in modo da lavorare senza avere pause nella cottura. Se come me non le avete, perderete solo un po’ di tempo tra un’infornata e l’altra.



  4. Preriscaldate il forno a 200°C modalità statica e cuocete i filoncini per 20 minuti: dovranno essere solo cotti superficialmente. Tirate fuori dal forno e lasciate a riposare per qualche minuto su un piano freddo. Nel frattempo infornate gli altri filoncini.

  5. Quando i filoncini si saranno intiepiditi, tagliateli (con un coltello a lama seghettata) a fette spesse massimo 3 cm, in diagonale: date così la forma classica ai cantucci.

  6. Sistemate i cantucci nuovamente sulla leccarda del forno, in modo che rivolgano il lato tagliato verso l’alto, e rimettete in forno per altri 10 minuti, sempre a 200°C funzione statica, e controllate la cottura: dovranno risultare ben dorati.



  7. Fate raffreddare per bene e conservate in latte di alluminio per biscotti: dureranno moltissimo tempo, senza rovinarsi. Servite con un bicchierino di vin santo oppure una buona tazza di tè. Buon appetito!

Note

RESTIAMO IN CONTATTO!
FACEBOOK: pagina ufficiale
PINTEREST: tutte le mia bacheche
YOUTUBE: tutte le mie video ricette
INSTAGRAM: foto e vita e di tutti i giorni

Se vuoi ricevere tutte le mie ricette iscriviti alla NEWSLETTER, è gratuita: vai al form di iscrizione.



Precedente Burger di salmone semplice e gustoso Successivo Tirokafteri, ricetta salsa greca

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.