Crea sito

Burro di arachidi

Il burro di arachidi, o crema alle noccioline, è la classica merenda all’americana. Semplicissimo da fare e buonissimo da mangiare a tutte le ore del giorno, spesso viene accompagnato da marmellate di vari gusti oppure da creme spalmabili alla nocciola. La prima volta che ho assaggiato il burro di arachidi ero all’università e stavo, come ogni sabato, facendo la spesa settimanale, quando nel reparto delle creme spalmabili mi sono imbattuta nel burro di arachidi. Ho pensato: possibile che non l’ho ancora assaggiato? E così lo portai a casa…Fu amore, anche se devo essere sincera non riuscivo a mangiarne più di un cucchiaino alla volta: si impastava tutta la bocca e mi portava una sete pazzesca. Qua da me difficilmente riesco a trovarlo, ma a volte ci si mette il destino: sfogliando una rivista mi sono ritrovata la ricetta per farlo in casa…e così l’ho preparato! Ed è molto molto più buono di come ricordavo…

burro di arachidi blog new

 

Burro di arachidi

  • 300 g noccioline sbucciate (corrispondono a circa 450 g di noccioline da sbucciare)
  • 5 g di miele millefiori
  • 3 g zucchero di canna
  • 25 g olio di arachidi (va bene anche quello di semi)
  • sale q.b. (io rosa dell’Himalaya)

Preparare il burro di arachidi è un gioco da ragazzi, la cosa più lunga e scocciante sarà sbucciare le noccioline (io c’ho messo circa mezz’ora, lavorando molto velocemente).

Lavate e asciugate per bene un barattolo da 400 g e tenetelo da parte.

In un robot da cucina versate le noccioline, date una frullata rapida (1 minuto alla massima velocità).

Fermate e aggiungete olio, miele e zucchero. Fate ripartire e….frullate (io ho frullato per 10 minuti di fila).

Non ci sono tempi per questa operazione poichè dipende dall’oleosità delle vostre noccioline e dalla potenza del vostro frullatore. Dovrete far frullare fino a che non comincerà a formarsi una palla di impasto: più frullerete, più otterrete un burro di arachidi liscio. Solo in quel momento il vostro burro di arachidi è pronto. Non ha una consistenza molto solida, poi il frigorifero farà la sua parte.

Aggiustate di sale: io ho usato quello rosa dell’Himalaya perchè con pochi granelli riesco a insaporire per bene.

A questo punto mettete nel vasetto e riponete in frigo per qualche ora…e poi gustatevelo! Buon Appetito!

Se questo articolo ti è piaciuto, continua a seguirmi sulla mia pagina Facebook FORNO E FORNELLI per restare sempre aggiornato su novità e quant’altro.

Vuoi ricevere comodamente le tutte le ricette sulla tua posta elettronica? Iscriviti alla NEWSLETTER DI FORNO E FORNELLI, è gratuita! Clicca e procedi: vai al form di iscrizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.