Graffe

Le graffe sono un dolce tipico della cucina napoletana, si tratta di ciambelle ricoperte di zucchero realizzate con semplici ingredienti. Se vi trovate a Napoli potete trovarle in ogni angolo della città e durante tutto l’anno ed il loro profumo riuscirà davvero a rapirvi.

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione45 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kgfarina Manitoba
  • 50 glievito di birra fresco
  • 100 gburro
  • 50 gzucchero
  • 20 gsale
  • 3uova
  • 200 mllatte intero
  • 200 mlacqua
  • 1 bustinavanillina
  • 1scorza d’arancia grattugiata
  • 1scorza di limone grattugiata
  • q.b.olio di semi

Preparazione

  1. Per preparare le graffe in una ciotola mescoliamo, con l’aiuto di una frusta elettrica, il burro (precedentemente lasciato ammorbidire a temperatura ambiente), lo zucchero, la scorza degli agrumi, il sale e la vanillina, poi aggiungiamo le uova. A parte riscaldiamo il latte, ci sciogliamo all’interno il lievito di birra e lo aggiungiamo nella ciotola, dove man mano aggiungeremo anche l’acqua e la farina. Fin quando riusciremo a lavorare con la frusta, continueremo così, quando non sarà più possibile, passiamo sul piano da lavoro ed iniziamo ad impastare con le mani, fino ad ottenere un composto omogeneo, che lasceremo lievitare nella ciotola per 30 minuti. 

  2. Trascorsi i 30 minuti, riprendiamo l’impasto e stendiamolo con un matterello, fino ad uno spessore di circa 1 cm. Poi, con l’aiuto di un coppapasta, ricaviamo delle ciambelle a cui andremo a fare un piccolo buco al centro. Potete anche scegliere di realizzare forme diverse e quindi, oltre alle ciambelle, fare delle palline (che andrete a riempire con crema o Nutella), oppure dei filoncini di cui andrete ad incrociare le estremità, come potete vedere in foto. Riponiamo le nostre graffe su una leccarda ricoperta con carta forno e lasciamo lievitare nuovamente per 1 ora. 

  3. Trascorso il tempo di lievitazione, le nostre graffe saranno raddoppiate. 

  4. Friggiamo le graffe in olio di girasole e poi le passiamo nello zucchero (io a volte aggiungo allo zucchero anche della cannella). 

5,0 / 5
Grazie per aver votato!