Crea sito

Torta salata!

E’ molto simile alla frittata al forno, la differenza sta nello spessore di questa fantastica torta salata. Sono le verdure che la rendono particolarmente bella,colorata e voluminosa! E’ morbida all’interno e leggermente croccante all’esterno. Per assaporare questa delizia, provate a farla anche voi!

  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione35 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 7uova
  • 2zucchine
  • 2carote
  • 1cipolla
  • 1 cucchiaioacqua
  • 1 mazzettoprezzemolo tritato
  • q.b.acqua calda
  • q.b.sale
  • q.b.olio di oliva

Preparazione

  1. Il primo passaggio è quello di lavare e pulire bene le zucchine, pelare le carote e pulire la cipolla. Ora tagliamo a cubetti la zucchina e la carote e affettiamo grossolanamente la cipolla poi mettiamole in padella con sale, olio ed acqua calda e cuociamole a fuoco lento per 20 minuti circa. Intanto sbattiamo le uova aggiungendo il prezzemolo, il sale ed il cucchiaio di acqua. Una volta cotte le verdure, mettiamole insieme all’uovo e mescoliamo bene! Rivestiamo una teglia di cartaforno e versiamo l’impasto, Cuociamo a forno statico preriscaldato a 180 gradi per 28 minuti circa e poi spostiamo al grill altri 2 minuti. Una volta che la superficie sarà dorata possiamo impiattare e mangiare!

Note

Per farla sembrare ancora di più una “torta” vi consiglio di utilizzare una teglia rotonda!!

Conservazione

La torta salata può essere conservata per un massimo di 4 giorni in frigo e si consiglia di riscaldarla prima di consumarla.

Seguimi

Se ti va segui la mia pagina instagram “Food._.explosion” riceverai un mare di ricette esplosive!!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da foodexplosion

Mi chiamo Elena Villella ed ho 15 anni. La cucina è la mia passione.È un nuovo mondo nella quale sono sempre stata entusiasta di entrare. È iniziato tutto osservando come cucinavano gli altri: la mamma, la nonna, guardando vari programmi di cucina e prendendo ispirazione da vari chef tra cui Antonino Cannavacciulo che mi ha subito attirata. Mi sono motivata ancora di più quando mio cugino ha aperto un ristorante. Vederlo muovere mentre cucinava mi faceva pensare "cavolo ma lo voglio fare anche io". Mi piace pensare quindi di poter riprodurre o creare un mio piatto dando vita all'esplosione di colori, odori e sapori che più mi piace.