Crea sito

Spaghetti con uovo e pancetta!

Un primo piatto goloso e incredibilmente invitante! La sua cremosità è unica. I sapori di tutti gli ingredienti sono perfettamente in armonia tra di loro. C’è chi osa dire che questa è una “Carbonara” ma non mi permetterei mai di metterla a confronto. E’ comunque un primo piatto da assaggiare! Vi va se li prepariamo insieme? A me si!!

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni2 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 160 gspaghetti
  • 60 gpancetta (tesa)
  • 1uova
  • 25 gGrana Padano DOP
  • 3 cucchiaiacqua
  • q.b.sale

Preparazione

  1. Portiamo a bollore una pentola di acqua salata e quando bolle aggiungiamo la pasta lasciandola cuocere per quanto indicato sulla confezione. Intanto tagliamo la pancetta a cubetti abbastanza spessi e lasciamoli cuocere in padella per 2 minuti (senza olio perchè cuoceranno nel loro stesso grasso). Sbattiamo l’uovo in una ciotola con il formaggio grattugiato, i cucchiai di acqua (di cottura della pasta) ed un pizzico di sale. Quando è cotta, scoliamo la pasta, aggiungiamo la pancetta con tutto il grasso,  il composto di uovo e mescoliamo energicamente fino a che non sarà tutto perfettamente amalgamato. Se risulta asciutta possiamo aggiungere acqua di cottura! Una volta pronta e cremosa, possiamo impiattare e mangiare!

Variazioni

Al posto della pancetta tesa potete decidere di utilizzare la pancetta arrotolata o il guanciale!

Seguimi

Per altri primi piatti gustosi e cremosi o per fantastici secondi, contorni o piatti unici, se vi va, seguite la mia pagina instagram “Food._.explosion”!

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da foodexplosion

Mi chiamo Elena Villella ed ho 15 anni. La cucina è la mia passione.È un nuovo mondo nella quale sono sempre stata entusiasta di entrare. È iniziato tutto osservando come cucinavano gli altri: la mamma, la nonna, guardando vari programmi di cucina e prendendo ispirazione da vari chef tra cui Antonino Cannavacciulo che mi ha subito attirata. Mi sono motivata ancora di più quando mio cugino ha aperto un ristorante. Vederlo muovere mentre cucinava mi faceva pensare "cavolo ma lo voglio fare anche io". Mi piace pensare quindi di poter riprodurre o creare un mio piatto dando vita all'esplosione di colori, odori e sapori che più mi piace.