Crea sito

Pasta al sugo con i fagiolini!

Ed ecco che al posto di mangiarle sempre come secondo, i fagiolini si sono inserite anche nei primi piatti! La pasta amalgamata con questo condimento diventa un piatto eccezionale da servire anche a parenti ed amici. Se non volete perdervelo date un’occhiata al procedimento e cuciniamo!!

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni3 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 210 gpasta
  • fagiolini
  • salsa di pomodoro
  • 1/2cipolla
  • 2 fogliebasilico
  • q.b.sale
  • q.b.olio di oliva

Preparazione

  1. Portiamo a bollore una pentola di acqua salata, intanto priviamo i fagiolini dell estremità e quando l’acqua bolle aggiungiamogli i fagiolini lasciandoli cuocere 25 minuti circa a fuoco medio (o fino a quando non risulteranno morbidi). Dopo scoliamoli conservando l’acqua di cottura che useremo per cuocere la pasta. Portiamo nuovamente a bollore l’acqua di cottura dei fagiolini e quando bolle aggiungiamo la pasta (io ho usato le casarecce integrali) lasciandola cuocere per quanto indicato sulla confezione. Intanto tritiamo la cipolla e rosoliamola in pentola, dopodichè aggiungiamo il sugo ed il basilico, condiamo con sale ed olio e facciamolo cuocere per 10 minuti circa. A metà cottura del sugo, aggiungiamo i fagiolini e terminiamo la cottura. Quando la pasta è cotta, scoliamola e mettiamola nella pentola con il sugo. Mescoliamo e lasciamo insaporire qualche minuto. Una volta pronta possiamo impiattare e mangiare!

Variazioni

Se non siete degli amanti del sugo, anche in bianco è buonissima! Basterà cuocere i fagiolini e poi metterli in padella con aglio, sale, olio e pochissima acqua calda (per non farli attaccare) lasciandoli soffriggere per 3 minuti circa. Poi,una volta cotta, aggiungiamo la pasta e mescoliamo. Anche questa versione è pronta per essere gustata!

Conservazione

E’ preferibile mangiarla dopo cotta ma in alternativa può essere conservata in frigo per un massimo di 3 giorni e prima di consumarla consiglio di riscaldarla.

Seguimi

Cosa aspetti? Se ti va seguimi su instagram, mi chiamo “Food._.explosion”!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da foodexplosion

Mi chiamo Elena Villella ed ho 15 anni. La cucina è la mia passione.È un nuovo mondo nella quale sono sempre stata entusiasta di entrare. È iniziato tutto osservando come cucinavano gli altri: la mamma, la nonna, guardando vari programmi di cucina e prendendo ispirazione da vari chef tra cui Antonino Cannavacciulo che mi ha subito attirata. Mi sono motivata ancora di più quando mio cugino ha aperto un ristorante. Vederlo muovere mentre cucinava mi faceva pensare "cavolo ma lo voglio fare anche io". Mi piace pensare quindi di poter riprodurre o creare un mio piatto dando vita all'esplosione di colori, odori e sapori che più mi piace.