Bucatini all’Amatriciana

Il “Matriciano” o gestore di locande e cucine, una ricetta che nasce dalle transumanze dei pastori abruzzesi e dal rapporto tra Amatrice e Napoli, dalla storica ” gricia” e modificata dall”avvento del pomodoro. Guanciale, pecorino, pomodoro, dalla spinta piccante, avvolgente, ricca di sapore……mette proprio voglia una belle Amatriciana.

  • Porzioni4
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 350 gbucatini
  • 250 gguanciale
  • 1 bicchierevino bianco
  • 1/2 cucchiainopeperoncino secco
  • 250 gpecorino romano di amatrice
  • 400 gpomodori pelati o san marzano
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.sale

Strumenti

  • Pentola acciaio per bollire la pasta
  • Padella – antiaderente ampia

Preparazione

  1. Tagliate il guaciale i pezzi non troppo piccoli e soffriggetelo senza aggiunta di olio in una capiente padella antiaderente. Rosolate e sfumate con un bicchiere di vino bianco fino a rendere la parte grassa trasparente. Togliete il guaciale ed aggiungete il pomodoro ed il peperoncino, lasciate cuocere per circa 20 minuti a fuoco dolce.

    A pochi minuti dalla fine aggiungete il guanciale al sugo ed aggiustate di sale. Lasciate insaporire per circa 3-4 minuti.

    Scolate i bucatini al dente ed aggiungete al sugo, amalgamate con pecorino romano grattugiato ed un filo di olio extravergine.

    Impiattate e guarnite con Pecorino Romano.

    L’AMATRICIANA

    L‘Amatriciana è un fior di poesia

    lo cito, senza dire un’eresia,

    scritta col Guanciale e Pecorino

    Peperoncino e un pò di Bianco vino,

    un goccio di buon Olio e teneri Pelati

    poi gli Spaghetti, ben bene amalgamati,

    L’Origine il nome ve lo dice

    è quella di “Città dell’Amatrice”

    Tommaso Quattrocchi

/ 5
Grazie per aver votato!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.