Torta alle castagne

Le castagne, sopratutto nei paesi di montagna, dove crescono abbondanti e spontanee, sono state fin dal Medioevo perno dell’alimentazione quotidiana. Pare che la sua provenienza, come già il nome suggerisce, risalga alla città di Kastania, in Tessaglia (Grecia) o anche da Kastanis, nella Turchia asiatica. Il castano trovò grande diffusione in Italia, sopratutto nelle aree collinari e montane, dove la coltivazione del frumento era ridotta, così la castagna divenne l’asse portante dell’economia, essendo scarsi i cereali e ancora sconosciuti patate e granoturco.
Spesso nei paesi di montagna le castagne rappresentavano il perno di una dieta povera e monotona e per questa ragione venivano consumate così come sono (arrostite oppure bollite) oppure finivano nelle zuppe, nelle minestre e nei dolci sia al naturale che sotto forma di farina. Con la farina di castagne si preparavano anche polenta e pane, torte salate e pasta fresca.
La raccolta delle castagne iniziava verso la fine di settembre e andava avanti fino al 1° di novembre, data che segnava, secondo un’usanza consolidata nel tempo, il libero accesso alle proprietà. In questo modo anche i meno abbienti avevano la possibilità di rifornirsi di questo frutto, recuperando le pezzature più piccole e non adatte alla commercializzazione. Quelle che non venivano consumate fresche si facevano essiccare e si conservavano per tutto l’inverno.
I dolci che si preparavano tradizionalmente con le castagne erano molto semplici, spesso questi frutti erano aggiunti alla pasta del pane da sole o insieme all’uvetta, oppure con la farina di castagne veniva preparata una polenta che una volta raffreddata veniva fritta nel burro e accompagnata alla marmellata di susine.
Discorso a parte meritano i Marron Glacé, delle deliziose castagne della varietà più grossa (marroni appunto) sottoposte ad un complesso processo di canditura e glassatura le cui origini pare arrivino dalla Francia.
Di sicuro si trattava (e si tratta ancora oggi) di una ghiottoneria riservata alle migliori pasticcerie, io vi propongo invece una torta alle castagne semplice, come i dolci che anticamente venivano preparati con questo frutto; una torta alla quale le castagne donano un profumo, un sapore e una consistenza inconfondibile, perfetta a colazione e per l’ora del tè, ma anche per il fine pasto, magari servita con un pò di panna montata o una crema al cioccolato.

torta alle castagne
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora 30 Minuti
  • PorzioniTortieta da 24/26 cm
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la crema di castagne

  • 300 gCastagne sbucciate
  • 200 gZucchero
  • 200 mlAcqua

Per la torta

  • 300 gFarina
  • 100 gFecola di patate
  • 100 gBurro
  • 4Uova
  • 150 mlLatte
  • 1 bustinaLievito in polvere per dolci

Preparazione della crema di castagne

  1. Per prima cosa dovete preparare la crema di castagne. Mettete le castagne già sbucciate in una pentola con abbondante acqua fredda, quindi fatele bollire per 30 minuti. Una volta che le castagne sono cotte pelatele per eliminare la pellicina e mettetele in un altra pentola con 200 ml di acqua e lo zucchero; fate cuocere ancora per una quindicina di minuti, finchè le castagne iniziano a disfarsi. A questo punto passatele al setaccio o con un passaverdura fino ad ottenere una crema, che lascerete intiepidire.

Preparazione della torta alle castagne

  1. Per preparare la torta alle castagne prendete le uova e separate i tuorli dagli albumi. Mescolate i primi alla crema di castagne preparata in precedenza e montate a neve ben ferma gli albumi.

    Unite alla crema di castagne con i tuorli anche la farina, la fecola e il burro fuso; incorporate bene mescolando con l’aiuto di una frusta, quindi aggiungete anche la bustina di lievito e ammorbidite il composto con un pò di latte.

    A questo punto unite gli albumi montati a neve incorporandoli delicatamente mescolando dal basso verso l’alto. Imburrate e infarinate una tortiera, versatevi il composto e cuocete la torta alle castagne in forno a 180° C per 35-40 minuti (fate sempre fa prova stecchino prima di sfornarla). Lasciate raffreddare la torta alle castagne e servitela spolverata di zucchero a velo.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.