Crea sito

Pasta con ricotta e pomodorini

La pasta con ricotta e pomodorini è ottima per un pranzo leggero ma “gourmand”, perché la ricotta da cremosità e un gusto avvolgente al piatto. In questo caso ho usato una ricotta di bufala, ma ovviamente va benissimo anche la classica di pecora. Ovviamente è meglio usare quella fresca, in quanto è più forte in gusto, piuttosto che quella del supermercato.
La preparazione è super facile e richiede veramente pochissimo tempo, vediamo insieme come.

pasta con ricotta e pomodorini
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Porzioni2
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 250 gricotta di bufala
  • 1 spicchioaglio
  • 3pomodori
  • q.b.sale
  • q.b.pepe misto in grani
  • q.b.olio extravergine d’oliva

Preparazione

  1. 1- La prima cosa da fare è tagliare lo spicchio d’aglio finemente e metterlo in una padella con dell’olio d’oliva e iniziare a farlo rosolare a fuoco medio.

  2. 2- Sbucciate i pomodori, privateli dei semi (io tolgo anche la buccia perché non mi piace) e quando l’aglio sarà rosolato potrete aggiungere anche i pomodori in padella. Continuate la cottura a fuoco medio, mettete sale e pepe e coprite con un coperchio per far sì che il sughetto non evapori.

  3. 3- Calate la pasta, di preferenza scegliendone un tipo corto per evitare che con la ricotta si incolli…Io ho scelto le orecchiette, ma vanno bene anche le penne, i tortiglioni o quello che più vi fa piacere.

  4. 4- Una volta cotto il pomodoro spegnete sul fuoco e versate la ricotta. Schiacciatela col mestolo e create una crema che diventerà rosa grazie ai pomodori. Quando la pasta sarà pronta, versatela nella padella con il condimento e amalgamate. Adesso la pasta con ricotta e pomodorini è pronta! Spolverate con del parmigiano e guarnite con delle foglie di basilico. Bon apétit!

Suggerimenti

– Se la ricotta vi sembra troppo solida, potete aggiungere un poco d’acqua di cottura.

4,7 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.