Crema Pasticcera – Ricetta Base Classica

La crema pasticcera è una delle preparazioni base della pasticceria. Questa è la ricetta super collaudata che mi ha insegnato la mia mamma e che non ho mai abbandonato. A seconda delle preparazioni, tuttavia, la crema pasticcera può subire delle variazioni, per quanto riguarda la consistenza, gli aromi o la dolcezza. Può essere gustata come semplice e squisito dessert al cucchiaio, magari accompagnata con biscotti o cialdine, oppure può essere utilizzata per farcire torte, crostate o rotoli: in ogni caso, resta sempre deliziosa! Provate la mia ricetta e seguite i miei consigli, per una crema da leccarsi i baffi!

Figlia di Gatta

  • Preparazione: 5 Minuti
  • Cottura: 10 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 6 persone
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • Tuorli 3
  • Latte intero 500 ml
  • Zucchero 150 g
  • Amido di mais (maizena) 50 g
  • Baccello di vaniglia 1

Preparazione

  1. Ponete il latte in un pentolino. Incidete la bacca di vaniglia, prelevatene i semi e versate nel latte sia i semi che il baccello vuoto. Mettete a riscaldare il latte a fiamma bassa, portandolo a sfiorare il bollore, dopo di che, spegnete.

  2. In un pentolino dal fondo alto, sbattete i tuorli con lo zucchero, fino a farli diventare chiari e spumosi.

  3. Aggiungete l’amido alla montata di tuorli ed amalgamate bene.

  4. Eliminate il baccello di vaniglia dal latte caldo e versatelo a filo sul composto di tuorli, amalgamando con un cucchiaio di legno. Ponete il pentolino sul fuoco e fate cuocere, girando dolcemente e di continuo con il cucchiaio, sempre a fiamma bassa, fino a bollore. Spegnete la fiamma e continuate a girare, finché non risulterà omogenea.

  5. Versate in una ciotola, o in ciotoline monoporzione, e coprite con pellicola per alimenti a contatto. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente e conservate in frigorifero.

Consigli e Varianti

Di estrema importanza è utilizzare un pentolino dal fondo spesso, per cuocere la crema, affinché questa non  si attacchi e bruci. Potete anche aromatizzare la crema, come preferite, a secondo di come desiderate impiegarla in seguito: un’ottima soluzione è la scorza di limone.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.