Pane all’uvetta

Questo è il pane dei ricordi, chi da piccolo non ha aspettato il giorno della settimana in cui il fornaio di fiducia sfornava il “pane con l’uvetta”, un pane da gustare così al naturale o da utilizzare come base per insoliti crostini da aperitivo, accompagnati da lardo, mortadella o una bella spalmata di zola. Anche se la sua fine migliore è con un buon pezzo di cioccolato!
“Il mondo si divide in: quelli che mangiano il cioccolato senza il pane; quelli che non riescono a mangiare il cioccolato se non mangiano anche il pane; quelli che non hanno il cioccolato; quelli che non hanno il pane.”
(Stefano Benni)

  • DifficoltàMedia
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

PRIMO IMPASTO

  • 20 gfermento speciale backferment
  • 200 gfarina tipo 1 (( utilizzo la farina “miracolo” del Moligo Grassi)
  • 200 mlacqua tiepida ((temperatura 35-40°))

SECONDO IMPASTO

  • impasto precedente
  • 300 gfarina tipo 1
  • 150 mlacqua tiepida ((temperatura 35-40°))
  • una manciata abbondante di uvetta ammollata
  • 1 cucchiainoSale

Preparazione

  1. Per la preparazione del primo impasto come primo passo sciogliere in una ciotola il fermento backferment (indicazioni per questo speciale fermento nelle note) nell’acqua tiepida. Io consiglio in questo caso l’utilizzo di un termometro da cucina in modo da avere la certezza della temperatura esatta. Una volta sciolto aggiungere la farina (dose primo impasto) mescolando bene con un cucchiaio di legno. Coprire la ciotola e porre a riposare per circa 12 ore a una temperatura di circa 25/30° , ideale nella stagione fredda il forno preriscaldato spento. A questo punto ammollare una mezz’ora l’uvetta nell’acqua,avendo cura di strizzarla una volta ammorbidita, e tenere pronta per l’impasto. Riprendere il primo impasto e aggiungere l’acqua, la farina, l’uvetta, il sale e iniziare ad impastare bene, se l’impasto è appiccicoso utilizzare un cucchiaio di legno, l’importante è lavorare l’impasto almeno 15/20 minuti. Coprire nuovamente e far lievitare circa 5 ore sempre stando attenti a tenere l’impasto a una temperatura di circa 25/30°. Passato il tempo per la lievitazione trasferire l’impasto su una spianatoia abbondantemente infarinata e formare un filone da trasferire poi in uno stampo da plumcake foderato di carta forno. Far riposare un’altra ora circa. Accendere il forno in modalità statica e portare a 200°. Coprire con un foglio di alluminio il pane e infornare per 30 minuti così coperto, trascorso questo tempo togliere l’alluminio e continuare la cottura per altri 25 minuti circa. Sfornare e lasciar raffredare.

Il fermento Backferment si trova in bustine nei negozi tipo Naturasì , è un particolare tipo di fermento che dà la possibilità di preparare un pane ideale anche per chi è intollerante al lievito. Data la particolare natura del backferment è importante porre attenzione alle temperature durante l’impasto, ma il risultato è ottimo! ( Fonte della ricetta il libro “Pasta Madre” di Riccardo Astolfi.)

4,0 / 5
Grazie per aver votato!
Precedente Ciambella yogurt e ananas Successivo Ciambelle alle patate

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.