Crea sito

Pirichittus sardi

I Pirichittus sardi sono deliziosi dolcetti che fanno parte della tradizione sarda, delle palline con un interno morbido e per rendere il tutto più sfizioso ricoperte di zucchero aromatizzato al limone, in sardo la chiamiamo sa cappa. Questo dolce è originario della zona del campidano ma ormai sono realizzati in tutta la sardegna. Ne esistono diverse varianti come quelli fritti oppure quelli vuoti, che in dialetto chiamiamo de bentu perché sono legger come il vento, Oggi vi propongo quelli cotti al forno, una ricetta che mi è stata tramandata da una mia carissima zia che abita il un piccolo paesino della sardegna. Ma vediamo come si realizza la ricetta dei Pirichittus sardi…..

INGREDIENTI

Per la pasta

  • 1 kg di farina tipo 00
  • 19 tuorli d’uovo
  • 1 uovo intero
  • 3 cucchiai di zucchero semolato
  • 20 cucchiai di acqua
  • 20 cucchiai di olio di girasole
  • 3 bustine di lievito
  • 3 scorze di limone grattugiata
  • 1 pizzico abbondante di sale

Per la glassatura

  • 1 bicchiere di acqua
  • 2 bicchieri di zucchero
  • alcune gocce di succo di limone

PREPARAZIONE

Per prima cosa mettete in una ciotola i tuorli, l’uovo, il pizzico di sale e i tre cucchiai di zucchero semolato. Iniziate a lavorare il tutto con una frusta elettrica o con la planetaria, fino a quando otterrete una morbida crema. Continuando a lavorare con la frusta, aggiungete lentamente l’olio di girasole e i cucchiai di acqua. Dopo di che, senza fermarvi, inserite anche la buccia grattugiata dei limone. Fatto questo, setacciate la farina con le tre bustine di lievito e poi aggiungetela poco per volta al composto, fino a quando riuscirete ad ottenere un impasto da lavorare con le mani.

Una volta ottenuto il vostro composto lisci ed omogeneo, prendete dei piccoli pezzi di pasta e realizzate delle palline grandi come un mandarino. foderate una teglia da forno con della carta da forno e sopra di essa depositate le palline realizzate. Una volta che avete ottenuto tutte le palline dal vostro composto, inserite la teglia nel forno preriscaldato a 180 gradi e lasciatela cuocere per circa 15/20 minuti. Una volta che sono leggermente dorati, sfornateli e fateli freddare per bene.

Nel frattempo che i pirichittus sono in forno procediamo con la preparazione della glassa, nel nostro dialetto la chiamiamo sa cappa. Mettete lo zucchero in un tegame antiaderente molto capiente, versate il bicchiere d’acqua e insieme ai due bicchieri di zucchero. Portate il tutto a bollore, lasciando evaporare l’acqua. Dopo circa 15 minuti dovrebbe formarsi una schiumeta bianca,Aggiungete le gocce di limone. Dopo di che,senza scottarvi,  versare una goccia di questa glassa sull’indice e premerla col pollice: se staccando le dita si forma un filo appiccicoso di circa mezzo centimetro allora la glassa è pronta.

Una volta che i pirichttus sono cotti e  freddi e che la glassa è pronta, dovete versarli, pochi per volta, all’interno della pentola, facendoli rotolare lentamente finché la glassa bianca non li ricoprirà completamente. A questo punto toglieteli ad uno ad uno e adagiateli su una teglia ricoperta di carta forno e lasciateli freddere e servite.

Buoni Pirichittus sardi a tutti!

pirichittus sardi

Pirichittus sardi

Visitate la mia pagina facebook https://www.facebook.com/fantasiaincucinaconvalenti e lasciami un commento e un like !