Calamari fritti

I calamari fritti sono un secondo piatto di pesce molto semplice da realizzare, ma che richiede qualche piccolo trucco per rendere il piatto super gustoso! I calamari devono essere insemolati con della farina mischiata con della semola di grano e fritti in olio per frittura di buona qualità, io ho utilizzato OLIO OLITA, deve essere abbondante e abbastanza caldo.

INGREDIENTI (PER 6 PERSONE)

1,5 Kg di Calmari freschi oppure surgelati

Farina di grano tipo 00 q.b.

Semola di grano q.b.

1 litro di Olio per frittura  OLIO OLITA

PROCEDIMENTO

Per prima cosa pulite i calamari togliendo la pelle, eliminando le interiora e l’osso trasparente e il becco che si trova alla base dei tentacoli. Tagliateli il corpo a rondelle ed i tentacoli a metà.

Asciugateli benissimo, con della carta assorbente e avvolgeteli in un canovaccio da cucina. Questo eviterà che durante la cottura i calamari scoppiettino e che la panatura assuma strane forme.

In un sacchetto di plastica mettete della farina e della semola e mischiate per bene. Mettete i calamari nel sacchetto con il composto e agitate per bene, in modo da infarinarli uniformemente.

Fate scaldare benissimo l’olio, che dovrà essere abbondante, dopo di che, prendete la porzione di calamari che dovete friggere e scuoteteli per bene per eliminare la farina in eccesso e versateli nel olio.

Friggete i calamari fino a farli dorare, scolateli con una schiumarola, disponeteli in un piatto con carta assorbente per eliminare l’olio in  eccesso. Impiattate  e servite i calamari fritti caldicon un po’ di sale e qualche fettina di limone.

Buoni Calmari fritti a tutti!!

image

 

Questa ricetta è stata realizzata con OLIO OLITA!

 

 

Precedente Insalata di riso fagiolini e fagioli rossi Successivo Torta compleanno di Topolino