Tiano con i ceci: “Tianu che ciciri”

Il tiano con i ceci:"Tianu che ciciri"-

Tiano con i ceci: “Tianu che ciciri” è un piatto unico a base di pasta, riso, ceci e ricotta, cotto nel brodo di carne, nel Tiano (tegame di coccio ). Un tipico piatto di origine contadine della cucina tradizionale di Scicli che si preparava in occasione della domenica delle Palme. Per questo chiamato anche “u tianu ra rumica re palmi”. Di Tiano, ne esistono diverse versioni. U tianu con i ceci: “Tianu che ciciri” (classico) e “u Tianu ri carni”. Nel tiano con la carne il modo di operare è simile al procedimento del “Tianu che ciciri “, ma la pasta si cucina nello stesso brodo della carne: un misto di maiale, e di salsiccia che si cucinava durante tutto il resto dell’anno. Per la ricetta, Tiano con i ceci o “Tianu che ciciri ” potete cuocere i ceci anche il giorno prima, la pasta consigliata è un tipo di pasta corta, tipo i “gnucchitti” preferibilmente fatta in casa.   Ricetta ispirata da Gusto e sapori ( Giovanni Portelli e Corrado Severi )

"Tianu che ciciciri"- Il tiano con i ceci
  • DifficoltàMedio
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni8
  • CucinaItaliana

Ingredienti Il tiano con i ceci: “Tianu che ciciri”

  • 400 gPasta (Ditalini o gnucchitti fatti in casa)
  • 300 gRiso
  • 500 gCeci
  • 500 gRicotta
  • 5Uova
  • 1 lBrodo di carne (pollo o vitello o maiale)
  • 300 gCaciocavallo (Grattugiato)
  • q.b.Sale
  • q.b.Pepe

Come preparare il tiano con i ceci: “Tianu che ciciri”-

  1. La sera prima mettete a bagno i ceci. Trascorsa la nottata, sciacquateli e lessateli facendoli cuocere almeno per un ora con gli odori, unendo un ciuffo di finocchietto selvatico.

  2. Fate raffreddare i ceci, trattenetene una piccola parte e il resto passateli al setaccio o frullateli con un minipimer (frullatore) da cucina.

  3. Cuocete al dente il riso e in un altra pentola cuocete i ditalini (o pasta similare).

  4. Condite sia il riso che la pasta con un abbondante manciata di formaggio grattugiato e del pepe nero. Prendete una capiente teglia, meglio se di coccio (sarebbe ottimale ) e iniziate a disporre dapprima uno strato d riso, poi uno di ceci passati, poi uno strato di pasta, mettete sopra la ricotta tagliata a fettine, il cacio cavallo grattugiato, un mestolo di ceci interi e poi ancora uno strato di riso, ancora uno di pasta e un pò di ceci interi.

  5. Fate riscaldare il forno a 180 – 200 gradi e subito prima di infornare, versate sul tianu le uova ben battute con un pò di ricotta e del caciocavallo grattugiato. Praticate dei fori nel composto, magari aiutandovi con il manico di un cucchiaio di legno e durante la cottura, versate in essi alcuni mestoli di brodo.  Fate cuocere per almeno venti minuti.

  6. Togliete il Tiano dal forno, fate riposare per venti minuti e servitelo. Buon appetito.

Il tiano con i ceci: “Tianu che ciciri”

In alternativa potete cuocere il vostro Tiano utilizzando il brodo dei ceci al posto di quello della carne.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Fantasia in Cucina

La mia passione per la cucina e il buon cibo è nata grazie al mio lavoro e ai miei viaggi. Ho iniziato sin da piccola a raccogliere le ricette di tutto ciò che mi piaceva mangiare e ad appuntarlo su una agenda. Con il passare degli anni è cresciuta in me la passione per la cucina e la tradizione enogastronomica del territorio ibleo. Il mio vuole essere un blog che non è un semplice sito di ricette, ma anche un viaggio della memoria, della cultura di un popolo, quello degli abitanti dei Monti Iblei, in Sicilia, luogo d’incontro tra le province di Ragusa, Siracusa e Catania. Dietro ogni ricetta c'è una storia, talvolta di una famiglia, di un incontro o di un viaggio. Il mio intento è quello di svelare, conservare e di tramandare attraverso le mie ricette l’anima, i saperi, le tradizioni, le passioni e la storia di un popolo. Cucino, fotografo mangio e posto. Mi piace anche consigliare ai miei amici oltre alle ricette sfiziose anche dove mangiare nei locali caratteristici dove andare a mangiare in Sicilia. Se vi va seguitemi, siete i benvenuti. Barbara

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.