Ricetta: crostata di frutta classica.

Ricetta: crostata di frutta classica.

La ricetta della crostata di frutta classica è una torta alla frutta realizzata con un guscio di pasta frolla ripieno di crema pasticcera e tanta frutta fresca di stagione. Una ricetta classica che amo moltissimo, legata al mio compleanno. La ricetta della pasta frolla è di mia madre ed è collaudatissima. La ricetta della crostata di frutta classica è una torta ottima, che può ben figurare oltre che per un compleanno anche per un invito a cena di amici o da portare con voi per le vostre scampagnate. Vi confesso che la crostata di frutta classica è tra i miei dolci preferiti, anzi diciamo che è il mio preferito. Offre il vantaggio inoltre, di potere essere preparata in due tempi. Potete preparare la pasta frolla, il giorno prima e successivamente cuocerla e farcirla con la crema e decorala con la frutta .Se seguirete passo passo i miei consigli vi assicuro in un ottima riuscita della crostata. Per questa ricetta della crostata classica ho scelto di decorarla con i kiwi, le fragole e l’ananas ma nessuno vi vieta di mettere anche l’uva, i mandarini o la frutta di stagione che preferite. Che state aspettando ? Vediamo insieme la ricetta.

Ricetta: crostata di frutta classica.
  • DifficoltàMedio
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione2 Ore
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni6
  • CucinaItaliana

Ingredienti per preparare la pasta frolla

Per la pasta frolla

  • 225 gFarina
  • 110 gBurro
  • 2Tuorli
  • 1Buccia di un limone
  • 110 gZucchero a velo
  • 1 pizzicoSale
  • 1Bacca di vaniglia

Per la crema

  • 4Tuorli
  • 120 gZucchero a velo
  • 1/2 lLatte
  • 40 gAmido di mais (maizena)
  • 20 gFarina 00
  • MezzaBuccia di un limone

Guarnizione della Crostata

  • 250 gFragole
  • 250 gKiwi
  • 200 gAnanas
  • 2 fogliGelatina (Confezione)

Preparazione per la pasta frolla

  1. Per prima cosa preparate la pasta frolla. Mettete in una capace ciotola la farina setacciata, il burro ammorbidito tagliato a pezzetti, la scorza grattugiata del limone, lo zucchero a velo, un pizzico di sale, la bacca di vaniglia e i tuorli.

  2. Impastate tutti gli ingredienti, velocemente avendo cura di lavorare velocemente l’impasto per non scaldarlo troppo. Trasferite il composto su un piano di lavoro e impastate velocemente fino ad ottenere un composto omogeneo a cui darete la forma di un panetto. 

  3. Avvolgetelo in un foglio di pellicola e fatelo riposare nella parte meno fredda del frigorifero per circa trenta minuti.

  4. Trascorsi i trenta minuti, stendete la pasta frolla con l’aiuto di un mattarello, tra due fogli di carta da forno. Deve avere uno spessore di 7 millimetri.

  5. Foderate l’interno della tortiera, del diametro di 24 cm con il bordo basso, unta di burro e spolverizzato di farina.

  6. Adagiate la vostra pasta frolla sulla vostra tortiera e ritagliate con l’aiuto di un coltello, la pasta in eccesso, quella che fuoriesce dai bordi ( per intenderci)

  7. Ricoprite il fondo, con un foglio di carta da forno ritagliato su misura e ponetevi sopra una manciata di fagioli secchi. Fate cuocere la vostra base per crostata per circa venti minuti in forno preriscaldato (200°). Questa si chiama cottura in bianco.

  1. Prepariamo la crema pasticcera : In un pentolino portate a bollore il latte con la buccia di n limone.

  2. In una ciotola mettete i tuorli, unite lo zucchero a velo, lo zucchero vanigliato e l’amido di mais setacciato. Con una frusta mescolate vigorosamente, poi aggiungete anche la farina e continuate a mescolare, facendo sciogliere i grumi.

  3. Togliete la buccia di limone dal vostro latte e unite ne qualche cucchiaio al vostro composto in modo da stemperarlo. Mescolando sempre con un cucchiaio. Aggiungete il resto del latte, versatelo nel pentolino e mettetelo su fuoco.

  4. Lasciate addensare la vostra crema pasticcera, mescolando di continuo; la crema sarà pronta quando affioreranno le bolle in superficie.

  5. Lasciate raffreddare la crema. Poi, prendete la vostra base di pasta frolla e farcitela con la crema. Aiutatevi con una spatolina o una sac-à-poche o anche con una siringa, per facilitarvi il compito e per evitare che ci possano essere delle sbavature, che rovinerebbero la vostra crostata alla frutta.

  6. Livellate bene la crema con una spatola inumidita.

Preparazione della frutta

  1. Pelate i kiwi e tagliateli a rotelline di uguale spessore. Lavate e affettate le fragole in 4 parti. Pulite l’ananas o se utilizzate quella sciroppata, tagliate le fette in quattro parti. Decoriamo la crostata, disponete in giri concentrici le fettine di ananas sulla crema. Unite i kiwi e le fragole.

  2. Spennellate le rotelline dei kiwi con un pochino di gelatina per lucidare i dolci. Fate così anche sulle fragole, sulle fette di kiwi e l’ananas.

  3. Lasciate riposare la vostra crostata in frigorifero un paio di ore prima di servirla.

  4. Buon appetito, Barbara.

Note

Se vi è piaciuta la mia Ricetta: crostata di frutta classica, condividetela sui social o scrivetemi.

Se vi piace la ricotta provate anche la mia crostata di ricotta e cioccolato.

Se invece vi piace l’abbinamento cioccolato e cocco, dovete provare la crostata cioccolato fondente e cocco.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Fantasia in Cucina

La mia passione per la cucina e il buon cibo è nata grazie al mio lavoro e ai miei viaggi. Ho iniziato sin da piccola a raccogliere le ricette di tutto ciò che mi piaceva mangiare e ad appuntarlo su una agenda. Con il passare degli anni è cresciuta in me la passione per la cucina e la tradizione enogastronomica del territorio ibleo. Il mio vuole essere un blog che non è un semplice sito di ricette, ma anche un viaggio della memoria, della cultura di un popolo, quello degli abitanti dei Monti Iblei, in Sicilia, luogo d’incontro tra le province di Ragusa, Siracusa e Catania. Dietro ogni ricetta c'è una storia, talvolta di una famiglia, di un incontro o di un viaggio. Il mio intento è quello di svelare, conservare e di tramandare attraverso le mie ricette l’anima, i saperi, le tradizioni, le passioni e la storia di un popolo. Cucino, fotografo mangio e posto. Mi piace anche consigliare ai miei amici oltre alle ricette sfiziose anche dove mangiare nei locali caratteristici dove andare a mangiare in Sicilia. Se vi va seguitemi, siete i benvenuti. Barbara

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.