Pagnotta di semola di grano duro ragusana

Pagnotta di semola di grano duro

Pagnotta di semola di grano duro ragusana : Ia pagnotta di semola di grano duro dalle mie parti, nel Ragusano e principalmente a Scilci si chiama “inciminata” o nciminata.
La pagnotta detta inciminata è a base di acqua e farina, polo lievito qualche ore di lievitazione e tanto amore.
Oggi vi mostro come fare il pane in casa non è difficile anche senza la macchina del pane, dopo la ricetta del pane a pasta dura ragusano, ora è la volta della pagnotta di semola di grano duro, la pagnotta casereccia che si utilizza per fare “u pani cunzatu“. Fare il pane a casa è un’esperienza meravigliosa. Bastano pochi accorgimenti e soprattutto bisogna fare un po’ di pratica. Se non viene bene la prima volta non bisogna arrendersi. Il pane è vita e subisce l’influenza di tanti fattori esterni, nonchè degli ingredienti. Utilizzare una buona farina è il primo passo per un risultato assicurato pere realizzare un ottima pagnotta di semola di grano duro ragusana.
Quando il suo profumo invade la casa, immediatamente ci viene l’acquolina in bocca: stiamo parlando del pane di semola fatto in casa.

Il pane di semola viene preparato sotto forma di grande pagnotta soprattutto nelle regioni dell’Italia del sud, dove la coltivazione di questo tipo di grano è più diffusa. Ricordiamo infatti che le due varietà più famose sono il pane di Altamura e il pane Pugliese, entrambi vengono ottenuti dalla semola rimacinata.

Il pane di grano duro è caratterizzato da una crosta croccante e spessa e da una morbida mollica interna. Perfetto mangiato da solo, ottimo per preparare deliziose bruschette o per ricreare i piatti della tradizione, come il pane “cunzatu” con questa ricetta la pagnotta casereccia di semola di grano duro ragusana è davvero semplice da preparare.
Ecco come prepararla a casa.

Pagnotta di semola di grano duro
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo4 Ore
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • CucinaItaliana

Ingredienti per Pagnotta di semola di grano duro ragusana

  • 500 gFarina di grano duro
  • 7 gLievito di birra fresco
  • 12 gSale
  • 325 gAcqua
  • 2 cucchiaiOlio di oliva

Preparazione della pagnotta di semola di grano duro.

  1. Per prima cosa sciogliete nell’acqua il lievito. Se invece volete preparare un pane di semola vegano, utilizzate il malto d’orzo in uguale quantità o del normale zucchero semolato al posto del miele.

    Setacciate la farina in una ciotola meglio se larga e con bordi bassi e versate a filo l’acqua, iniziando a impastare con le mani.

    Aggiungete quindi il sale e l’olio.

  2. Quando l’impasto inizierà a staccarsi dai bordi della ciotola e comincerà a formarsi un panetto, trasferitelo sulla spianatoia infarinata e continuate a lavorarlo per bene.

  3. Una volta che avrete ottenuto un impasto liscio e omogeneo, mettetelo a lievitare. Avete due alternative: la prima è metterlo a lievitare in forno spento con la luce accesa per almeno 2 ore.

  4. Altrimenti mettetelo a lievitare in un luogo asciutto , ricoperto da un canovaccio e magari anche con una coperta, metodo della nonna.

  5. Trascorso questo tempo, dividete l’impasto in due formando due pagnotte, incidete con un coltello a punta a seconda del disegno che più vi piace e rimettete a lievitare per un’ora.

  6. Per ottenere una migliore prestazione dal vostro forno elettrico, scaldatelo alla massima temperatura, quindi abbassatela a 200 °C e mettete sul fondo un padellino con dell’acqua.

  7. In questo modo si creerà l’ ambiente umido indispensabile per ottenere un pagnotta morbida con una crosta croccante.

  8. Infornate per trenta minuti.

  9. Lasciate raffreddare completamente prima di tagliare la pagnotta a fette o condirla nei modi più svariati. Buon appetito, Barbara.

     

Consigli

Se volete una pagnotta più morbida, appena uscita dal forno lasciatela raffreddare ricoperta da un canovaccio.

Chiusa in un sacchetto di carta dura fino a tre giorni.

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Fantasia in Cucina

La mia passione per la cucina e il buon cibo è nata grazie al mio lavoro e ai miei viaggi. Ho iniziato sin da piccola a raccogliere le ricette di tutto ciò che mi piaceva mangiare e ad appuntarlo su una agenda. Con il passare degli anni è cresciuta in me la passione per la cucina e la tradizione enogastronomica del territorio ibleo. Il mio vuole essere un blog che non è un semplice sito di ricette, ma anche un viaggio della memoria, della cultura di un popolo, quello degli abitanti dei Monti Iblei, in Sicilia, luogo d’incontro tra le province di Ragusa, Siracusa e Catania. Dietro ogni ricetta c'è una storia, talvolta di una famiglia, di un incontro o di un viaggio. Il mio intento è quello di svelare, conservare e di tramandare attraverso le mie ricette l’anima, i saperi, le tradizioni, le passioni e la storia di un popolo. Cucino, fotografo mangio e posto. Mi piace anche consigliare ai miei amici oltre alle ricette sfiziose anche dove mangiare nei locali caratteristici dove andare a mangiare in Sicilia. Se vi va seguitemi, siete i benvenuti. Barbara

3 Risposte a “Pagnotta di semola di grano duro ragusana”

  1. Sono di Modica da molti anni vivo a Milano ma il mio cuore è sempre nella mia bella Modica, conosco benissimo Scicli, ho una sorella a Ragusa. Naturalmente cucino molto alla siciliana, compro cioccolato e biscotti vari però quando chiedo le ricette tutti cambiano discorso sono stupidamente gelosi. X caso ho fatto questa scoperta di ricette grazie a Barbara. Volevo chiederti se hai pubblicato un libro di queste ricette e dove trovarlo. In attesa di una gradita risposta ti ringrazio.
    Jole Frasca di Modica Ciao

    1. Salve, mi scuso se rispondo solo ora. La ringrazio molto,le anticipo che ho ricevuto un paio di proposte per scrivere una sorta di ricettario con le mie ricette tradizionali di famiglia e ci sto pensando.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.